La paura

A differenza dell’ultima volta nel ’97, stanotte è stato solo il mio corpo ad accorgersi del terremoto. Mi sono alzata perché il letto sbatteva contro il muro e la casa cigolava. Ma non ho capito. Obi era più allarmato, perché si è svegliato immediatamente con la percezione del pericolo. Siamo corsi entrambi dalle bambine, che dormivano scoperte, e io ho pensato solo a ricoprirle. Poi ho pensato all’epicentro, ma abbiamo sperato fosse al mare. E poi non c’erano notizie, non ci sono state per tanto tempo. Quando finalmente ho capito la gravità, era già mattina. E per fortuna con nina e lilla tra i piedi non abbiamo potuto accendere la tv e vedere…ma mi è bastata un po’ di radio. Ora è il mio stomaco a cigolare, pensando alla paura di tutte quelle persone che diventa anche la mia. La nostra. Poveretti.

Annunci

One thought on “La paura

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...