Libri buoni

Oggi non voglio parlare di libri cancerosi, ma di libri buoni. Quelli che se incontrati al momento giusto, possono anche aiutarti a svoltare un malumore, una vacanza saltata, un tradimento d’amore o d’amicizia, un momento difficile o un weekend che si metteva malissimo. Non saprei come altro definirli se non, appunto, libri buoni. Mi sono venuti in mente perché sono in una fase di bulimia letteraria e – dopo aver finito tutto quello che avevo in prestito o comprato in poco tempo – ieri in libreria ho trovato l’ultimo libro della serie di McCall Smith sulla Detective del Botswana Mma Ramotswe. E ho pensato che quelli, ad esempio, sono proprio libri buoni. Come Montalbano di Camilleri. Li prendo in mano e ho la certezza che niente mi farà male tra quelle pagine. E allora ho cominciato a pensare ad una lista di libri buoni. Non si tratta necessariamente dei miei libri preferiti (anche se in qualche caso le definizioni possono convivere) e non sono sempre libri scritti in maniera eccellente. Non sono necessariamente divertenti, o magari sono invece leggeri, a volte sono comunque corposetti…insomma, secondo me avete capito di che tipo di libri si tratta. E allora, visto che io sono in fase bulimica, e l’estate impazza con la sua leggerezza, questa è la mia lista di libri buoni, e sarei molto felice di conoscere le vostre:

David Copperfield, di Charles Dickens, il libro buono in assoluto. Dimenticate tutto quello che vi hanno detto da piccoli, dentro c’è tutta la vita. E anche un sacco di risate. Sta anche nella lista dei 5 libri della mia vita, ma di quelli parleremo un’altra volta.

Franny e Zooey di J.D.Salinger, in italiano Einaudi;

tutti i romanzi di Andrea Camilleri, in particolare quelli che hanno come protagonista il Commissario Montalbano;

tutta la serie The No.1 Ladies’ Detective Agency di Alexander McCall Smith. In italiano li pubblica Guanda (attenzione a non confonderli con quelli della serie dei filosofi dilettanti, che invece sono una palla);

High Fidelity di Nick Hornby, che è un maestro del genere, in italiano Alta Fedeltà, Guanda;

Vagabonding di Rolf Potts non è un romanzo, ma ultimamente mi ha fatto fare un sacco di piccoli sogni coraggiosi;

La famiglia Winshaw di Jonathan Coe;

Piccolo Grande Uomo di Thomas Berger, quello del film, che pure è bellissimo

Feroci invalidi di ritorno da paesi caldi di Tom Robbins, che a riguardare il titolo forse dovrei andarmelo a rileggere adesso;

Shantaram di Gregory D. Roberts;

Harry Potter e la Pietra Filosofale di J.K.Rowling;

Sette anni in Tibet di Heinrich Harrer. Anche in questo caso è lo stesso del film, che però è ignobilmente peggiore del libro;

Barbablù di Kurt Vonnegut, anche questo nella lista dei miei 5 libri in assoluto.

Una sezione speciale la meritano poi i fumetti che pure aiutano spesso e volentieri, in particolare: Asterix, Lucky Luke, Doonesbury e Calvin e Hobbes.

Di tutto questo avrei voluto mettervi dei link, ci ho anche provato…ma è la terza volta oggi che splinder mi si fotte quello che scrivo quando inserisco i link, per cui ora metto on line e torno a leggere Mma Ramotswe.

E poi, ora tocca a voi.

Annunci

17 thoughts on “Libri buoni

  1. @moreno9000: no, non hai bevuto, è che non avevo ancora finito, mi ha fatto un casino oggi splinder con i link, alla fine ho dovuto toglierli tutti. così dovrebbe essere più chiaro. e comunque grazie!

  2. Ma… e questo nuovo fanatastico sfondo?! ..dicono che le donne quando cambiano pettinatura sia perchè vogliono cambiamento… è così anche per lo sfondo del proprio blog?! 😉

    Cmq i miei libri buoni di questo ultimo periodo sono 2 libri carini, poco seri ma molto “rilassanti” che “Li prendo in mano e ho la certezza che niente mi farà male tra quelle pagine”

    Le ali sotto ai piedi – Cesare Cremonini [ a parte che ho una subdola venerazione per quest’omino *sbav*, racconta la sua giovinezza ed essendo coetanei l’ho decisamente apprezzato e riso riso riso]

    Doppio misto – Claudio Bisio e Sandra Bonzi [ cronaca semi seria della vita di Bisio e sua moglie. Leggero, simpatico, rilassante]

    Un pò meno recente, ma che mi ha fatto un bene tagliente e profondo “Manuale del guerriero della luce” di coelho. Anche qui se ci ritorno, trovo una grande pace.

    I libri Buoni non coincidono con i miei preferiti. Sono un tipo “classico” dice Orso, ed effettivamente amo Bulgakov e annessi, oltre che Hemingway e altri mattonazzi indescrivibili. Amo i libri che mi “fanno male” ogni volta… che razza di masochismo!!

    [PS: oggi va meglio. Ma che giornata ieri!!]

  3. Ho letto tutto il tuo blog. Vorrei essere forte come te, ottimista come te, meno lamentosa come te. Continuerò a seguirti, “collega” mia, cercando di imaparare da te a reagire meglio a questa brutta malattia. Perché per me è stata ed è tuttora una guerra, non una strada.
    Un abbraccio.
    Anna staccato Lisa

  4. Bello questo elenco, e poi spalanco sempre gli occhi quando si parla di libri.

    Se devo leggere libri spensierati adoro leggere i fantasy e Licia Troisi in particolare, vero e proprio toccasana per i problemi della vita reale!

  5. @OrsaLè: ti avevo riconosciuta, sai? anche io in genere preferisco i mattoni, specie se drammatici…e per il cambio di look, è solo che fa caldo, e volevo alleggerirmi un po’ 😉

    @AstaccatoL: io penso piuttosto che non sono abbastanza intelligente da capire fino in fondo in che razza di vicenda sono finita 🙂
    Ad ogni modo, nella sfiga, è un piacere conoscerti. davvero!

    @camden: è vero, anche la fantasy ha i suoi lati positivi. l’altro giorno avevo ripreso in mano dragonlance, pensa tu…

  6. Ciao, è sempre un piacere leggerti.
    Oggi ho scritto delle cose a Sissi che ad essere sinceri le ritrovo anche in te: SIETE TOSTE RAGAZZE!!!!!!!!!!!
    Volevo chiederti una precisazione sul genere di “Alta fedeltà”, “La famiglia Winshaw” e “Shantaram”.
    Baciottone e sempre W LA MUSICA!!!
    4P

  7. @4P: sono tutti libri abbastanza leggeri anche se di formato diverso. Alta Fedeltà è come un Diario di Bridget Jones scritto da un uomo; La famiglia Winshaw è una sagra familiare di umore piuttosto dark; Shantaram è un romanzone simil-auto-biografico di cui conosco poche persone che non se ne siano innamorate…fammi sapere!

  8. ti lascio il titolo di una imperdibile, leggera, ironica, satirica trilogia che, parlando apparentemente di “Piccoli” uomini che vivono nelle intercapedini di un Grande Magazzino, in realtà propone una godibilissima analisi dell’umanità nel suo insieme
    è la trilogia del Piccolo Popolo (il Piccolo Popolo dei Grandi Magazzini – Il Piccolo Popolo all’Aria Aperta – il Piccolo Popolo decolla) l’autore è il fantastico Terry Pratchett che ha prodotto anche l’infinita saga di Mondo Disco della quale non conosco nessuno sia riuscito a leggere un solo volume senza finire per comprarli poi tutti, anche se in Italia non è poi così famoso quanto in Inghilterra
    credo possano piacerti molto
    un saluto

  9. TUTTI gli harry potter, da rileggere prima dell’uscita del prossimo film!
    In tema rosa e leggero, “I love shopping” della Kinsella, i libri sono mille volte più esileranti del film, che mi ha cmq fatto ridere non poco!
    E per la parte seria e riflessiva, Terzani, per rimanere in tema, “un altro giro di giostra”.
    baciii

  10. @anonima: vedrai ricresceranno! vedi sopra 😉

    @trifle1: benvenuta e grazie del suggerimento…è vero, conosco i libri di Pratchett ma non l’ho mai letto, potrebbe essere l’estate giusta per cominciare 🙂

    @SissiToGo: ovviamente TUTTO Harry Potter, ma non volevo suonare troppo monomaniacale 😉 e mi ero dimenticata che tra poco esce il film, grande per avermelo ricordato. Terzani mi respinge sempre un po’ sai, ma anche io faccio sempre per prenderlo…mentre la kinsella sto aspettando il momento di svacco giusto per cominciare 😉

  11. Abbiamo molti gusti in comune, vedo…Io amo anche molto John Fante, Carofiglio, e ultimamente Ammaniti, ma anche la chick lit, soprattutto nei periodi di pesantezza mentale…ieri poi ho comprato la trilogia Adamsberg di Fred Vargas per il mare, insomma, ne ho da leggere!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...