Acque tempestose

Ieri ho conosciuto una fotografa di acque. Interessanti. Fotografa anche il Medioriente e mi ha fatto tornare la voglia di viaggiare, così oggi ho comprato un libro di Ella Maillat, Oasi Proibite, pronta a rimpiazzare l’ultimo della Vargas quasi finito.
Ma per tornare alle acque. Avete presente quel gesto che si fa quando si prende più aria possibile prima di affondare la testa sott’acqua per vedere pesci e il fondo, o per nascondersi, o per giocare? Quel gesto che ti riempie di aria e ti gonfia le guance? Ecco sono io. Domani si comincia la chemio tascabile.La comincio in un posto che amo, ma circondata da troppe persone. E oggi ho vagato con qualche residuo di disperazione tra i gomiti. Poi molto banalmente mi sono comprata un paio di jeans e un paio di scarpe ed è passato tutto. Infine, mi è venuta in mente l’acqua. E la voglia di prendere quel respiro profondo, e buttarmi sotto. Cominciare un’altra volta, per vedere i pesci, il fondo, per nascondermi e per giocare.
Sono acque tempestose, e a volte fanno paura, ma con il mio bel sederone dentro ai nuovi jeans e con quelle scarpette fighette nuove nuove sono sicura che su quel fondo ci saprò fare pure qualche passo di danza.
Buon weekend a tutti.

Annunci

6 thoughts on “Acque tempestose

  1. Le scarpe fighette sono un toccasana per tutto, stella (mi hai fatto venire in mente questo, una stella che ogni tanto tocca il fondo del mare, ma splende sempre).
    Indovina cosa mi sono fatta regalare per il mio compleanno?;-)

  2. Hai scritto un post pieno di poesia e di dolcezza. Coraggio, immagino quanto sia brutto l’inizio di una nuova chemio, ma le immagini dell’acqua attutiscono in qualche modo il pensiero…

  3. Ehilà permesso, si può??
    Ciao carissima, ho letto i tuoi ultimi post e sento che tra alti e bassi sei sempre più che mai, padrona di cavalcare le onde più alte.
    I jeans sono sempre un ottimo acquisto, ma sono curiosa le scarpe fighette di che colore le hai comprate???
    La mia vacanzina in Sicilia è andata bene, suocera a parte che ormai chiamiamo Regina Madre, supercapricciosa. A volte mi faceva venire un nervosone che avrei volentieri, daccordo con mia cognata, allentato i freni della sedia a rotelle, oppure quando girava col girello via uno sgambetto e ……….byebye!!!!
    Non pensare che sono cattiva, ma di più, perchè se c’è una cosa che non sopporto è vedere trattare male le persone deliberatamente.
    Svetly la signora che ultimamente si occupa della Regina Madre è una ragazza paziente, intelligente e simpaticissima, ma la R.M. ha da ridire, perchè è cicciottella, perchè fuma (fuori casa), perchè beve il ginger, perchè mangia un biscotto in più, perchè perchè è una rompicogliona.
    Notare bene questa è la decima badante, le persone “anche”, se lavorano per te devi rispettarle non solo a parole, ma con i fatti e se hai 85 anni non me ne frega un cazzo di niente.
    Avrei innumerevoli episodi da raccontarti, ma non voglio annoiarti più del dovuto, scusami questo sfogo. Ma quando penso ai seri problemi di salute che ci circondano, che abbiamo e che abbiamo lasciato al paese, non dicendole niente per non preoccuparla (io non sono daccordo), mi fa arrabbiare tantissimo.
    Un superbaciottone dalla battigia, amo l’acqua, ma non sto a galla.
    4P

  4. @julia: oh yeah, stella mi piace! (sempre meglio di cozza patella, come in genere mi chiamano i miei 😉

    @camden: e poi, a una settimana quasi dall’inizio, è incredibile come il fatto di fare tutto da soli (prendere le pillole, etc) dimezzi lo stress da chemio, davvero. non voglio dirlo troppo forte, ma mi sento molto bene.

    @moreno9000: per la tuta da palombaro faccio con il mio straterello di grasso naturale che mi ricopre integralmente 😉

    @ziacris: 🙂 grazie

    @4P: bentornata, mi sei mancata! e il tuo commento mi ha fatto fare delle sanissime e grasse risate, anche se a scapito della “povera” suocera. però sono d’accordo, anche a me non piacciono mai le bugie, poi mi riempiono di stupidi rancori inutili…un abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...