Mani sul mio Corpo di Luciana Cohen

Il sottotitolo è Diario di una malata di cancro. Credo che di tutti i libri che ho letto in questi quasi 2 anni sulla malattia, questo è il più vicino a me. Anche se è un libro trovato per caso, lo scorso inverno, poco pubblicizzato, poco noto.
Per la prima volta vi ho ritrovato una donna che non usa la metafora del combattimento, ma del viaggio. E mi ci sono sentita vicina, immediatamente. E’ un diario, ma molto ben scritto, profondo. Vi ho trovato tantissime analogie alla mia personale esperienza, non in termini diagnostici, ma di vissuto. L’unica differenza, direi, è nell’età che abbiamo diversa (credo che l’autrice, al momento della diagnosi, abbia una 50ina d’anni) e nel fatto che se non hai figli piccoli, sotto chemio, puoi riposarti di più, puoi chiuderti un poco di più. Ed è sicuramente una necessità del corpo e dello spirito. Ma del resto avere dei figli piccoli è anche quanto ti dà una forza e un’energia che altrimenti non avresti, e sai che te la darà sempre. Nonostante il sempre per te sia diventato una cosa minuscola. Vorrei trascrivere qui tutte le riflessioni che ho sottolineato nel libro, ma ora che lo riapro, vedo che sono tantissime. E mi viene voglia di rileggerlo. E vorrei aver trovato on line più cose sull’autrice, perché la sento così vicina che mi sembra di aver dialogato con lei dall’inizio. Lo consiglio vivamente. Anche agli operatori.

Annunci

11 thoughts on “Mani sul mio Corpo di Luciana Cohen

  1. il non avere figli piccoli non vuol dire necessariamente che ti riposi di più, io non riuscivo, avevo sempre qualcosa da fare per il domani che non sapevo se potevo avere, che non sapevo cosa mi prospettava

  2. @ziacris: certo, ma se non hai voglia di mangiare, non sei obbligato a pensare alla cena, no? è un esempio. ma soprattutto è la possibilità di avere più tempo da soli, quando è necessario. anche io non mi sono mai riposata durante la chemio. lo sto facendo ora per la prima volta dopo due anni di cure.

    @OrsaLé: vero, è la definizione giusta! la letargite prosegue, ma ora si è trasformata in lenta pigrizia 😉

  3. ringrazio del commento sul mio libro e sono contenta che possa essere di aiuto e di sollievo a color che stanno attraversando la malattia di qualunque genere essa sia.
    è vero il libro è poco conosciuto, del resto non sono Tiziano Terzani ecc!!!! comunque è rintracciabile nelle maggiori librerie (Feltrinelli ecce) e su internet
    grazie ancora, buona vita a tutti
    luciana coèn

  4.  @luciana: ehi! grazie di questo passaggio!! sono moooolto lusingata. un abbraccio e buona – lunga – vita anche a te 🙂 ps. a mio modesto parere, tutto sommato è sempre meglio essere luciana coen che terzani. non sono mai riuscita a finire un suo libro 😉

  5. ciao widepeak,
    da un pò che sto leggendo il tuo blog… dall'inizio, come piace a me.. a dire il vero sto leggendo tanto in questi giorni, il tuo, come anche quelli delle tue amiche cancer-blogger…
    la mia esperienza con il cancro è indiretta (mia mamma, mancata da qualche mese purtroppo), e quello che mi dispiace tantissimo è non avervi "scoperto" prima… 
    comunque, quello che volevo dirti in questo momento (con due anni di ritardo rispetto a quando tu l'hai scritto, ahimé) è che mi ha colpito moltissimo la tua frase "Nonostante il sempre per te sia diventato una cosa minuscola"…. Una frase che lascia senza fiato, sembra buttata lì, e se non si legge con attenzione, magari non ci si fa nemmeno caso… però a me ha colpita dritta allo stomaco, anzi no, al cuore ed al cervello….
    Il sempre non esiste per nessuno, ma in tanti viviamo (mi ci metto anche io, anche se sto cambiando molto ultimamente) come se non fosse così…

    Complimenti e auguri.. per tutto
    Deny

  6. grazie deny. mi dispiace per tua mamma, ma sono felice di conoscerti.
    faccio i miei auguri anche a te, quando ci si mette in cammino, qualunque sia la meta, ci vuole sempre tanto coraggio.
    grazie di essere passata di qui
    🙂
    wide (che poi si è anche rimangiata il commento antipatico su terzani, sic)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...