Madrid

Lepi è la mia più vecchia amica. Anche se vecchia fa brutto e lei invece è bellissima…ma insomma, siamo amiche da quando aveva dei deliziosi ponfetti sul sedere e mi insegnava che si poteva essere grassocce, ma pur sempre vere gnocche!
Senza Lepi non avrei scoperto le meraviglie del Viaggio e della solidarietà tra vere sorelle, le profonde indignazioni della politica. Senza di lei sarei una personetta, una figura minore del presepe della mia vita, che so, il calzolaio con il martello in mano e la faccia basita (è tempo di natale, passatemi la metafora)…invece grazie a lei (e agli scazzi con lei) sono diventata grande, sono rimasta piccola. Sempre per restare in metafora, sono diventata quantomeno il bue (la stazza del resto c’è, le corna preferibilmente no ).
Quando è nato il suo primo nano, andai a trovarla (allora viveva a Milano) e lei, la mattina, me lo mise – minuscolo – nel lettone. Io non sapevo nemmeno cosa fosse un nano allora. E invece lui era lì, me lo aveva messo vicino alla faccetta, con la sua tipica generosità, senza paura che lo schiacciassi, che lo tenessi male, che gli facessi caracollare la capoccetta tutta da un lato. Senza apprensione. E lui è diventato una poesia nel mio cuore. Che si rinnova ogni volta che lo sento, anche se solo mi passa la mamma al telefono.
Il suo secondo nano invece è la versione maschile della mia Lilla. E ho detto tutto! Una volta gli abbiamo fatto le foto durante un bagnetto insieme e sembravamo rispettivamente Lepi e io a 2 anni. Due piccoli irrefrenabili tornadi umani! Loro. Noi al confronto a due anni eravamo delle angelesse.
Per quanto riguarda tutta la mia trista vicenda, vi ho già detto come mi sia vicina Lepi, e di quanto io non sappia a volte renderle tanto quanto mi dà…
M
a quest’anno ci siamo fatte venire un’idea geniale come quella che ho avuto quando ho deciso di andare a trovare anima bella a colonia! Quando abbiamo realizzato che ci conosciamo da 20 anni, abbiamo deciso di celebrare questa ricorrenza con una fuga grandiosa, benché minuscola (da giovedi a sabato!!). Una di quelle che ci hanno fatto diventare sorelline per sempre, da arezzo a venezia a viareggio a milano passando per tutta europa, compresa l’odiosa inghilterra, in cui venne a salvarmi dalla disperazione con un mazzo di spinaci!
E allora, dopodomani prenderemo un areo low cost ad un orario improbabile della mattina, partiremo tutte eccitate con gli occhi cisposi, libere dalle nostre rispettive nanaggini, benché con la testa piena di nani organizzati dai padri/babysitter/nonne. E ce ne andremo dove non siamo ancora mai state: a Madrid.
Ci staremo appena il tempo di un paio di musei, un sacco di shopping e una marea di tapas!
E io sono qui che mi sfrego le manine piena di una gioia adolescenziale all’idea che dopodomani a quest’ora saremo già girin girello, lei con la mappa in mano e io con il naso per aria che la seguo.
Che figo, Lepuccia, non vedo l’ora.
Ti amo tanto tanto!

Annunci

18 thoughts on “Madrid

  1. Che bel programma, Wide! Un viaggetto per due amiche per la pelle…
    Divertitevi tanto, tanto, tantissimo.
    E poi, facci venire un po’ di invidiuzza… (Che io già me la sento crescere…)
    Ciao!

  2. Ciao Wide….
    ripasso ancora una volta a curiosare: mi fai un effetto strano, da quando ti ho scoperta, se non passo almeno una volta ogni 2/3  giorni, sento la tua mancanza…ma non credevo potesse sentirsi la mancanza di una "conoscenza virtuale"…
    non commento quasi mai, ma ti leggo sempre, tutta di un fiato…e questo post è grandioso: è un inno alla vita, alla gioia, all’amicizia e tu che lo scrivi sei eccezionale!!

    Buon viaggio, quindi, e goditi questa vacanza lampo….te la meriti tutta!!!!

    Sara

  3. @frittino: GRANDE! speravo proprio in un bel po’ di consigli…ma come faccio a saltare il prado, pensavo proprio al reina sofia + prado, magari almeno un pezzettino…mentre mi guardo i consigli gastronomici, hai consigli di letture ad hoc?

    @cautelosa: 

  4. eviterei il prado perchè rischi di passare più tempo in coda che dentro, e non è una battuta. la coda del reina sofia è soppportabile, quella del prado è un attentato alle motivazioni.
    non perderti il thyssen, ascolta il tuo frittino: è a due passi dal prado, è il meno noto dei tre ma – tolto picasso – supera il reina e pareggia il prado (nel rapporto coda/benefici lo supera ampiamente).
    letture a tema? ci penso e ritorno
    frittino

  5. Gran bel programma, poi fatto con una cara amica acquista valore.
    Col pensiero immagino, e da come scrivi di Lepi, mi è già simpatica a pelle virtualmente parlando, ma si può dire?? Boh, intanto so che mi hai perfettamente capito.
    Spero poi, in una gran bella foto che racchiuda tutta la bellezza di questo viaggio.
    So che ne sei capace, mi ricordo una tua foto bellissima fatta quella mattina …………..!!!!
    Abbraccione a baciottone
    4P detta Fourpi

  6. @frittino: e se lo prenoto on line? sembrerebbe possibile, tu ci avevi provato? baci baci!

    @4P: si anche tu le staresti simpatica (e magari già lo sei, lei è tra i pochissimi amici non virtuali che ogni tanto viene da queste parti) e ti dirò, sarebbe bello se sapessi che tra i programmi di questi due giorni ci fosse un caffè da te 🙂
    forza mi raccomando, in questi giorni che non ci sono, non vi fate buttare giù, eh!!
    ps. per le foto non prometto niente, anche in questo lepi è più brava, magari vi mando una sua 😉

    @aries1974: yessss! 😉

  7. occhio a prenotare il biglietto e a farsi lo stesso 3 ore di coda.
    a madrid ho letto ‘la separazione del maschio’, di francesco piccolo. un libro pornografico scritto magistralmente. non erotico. praticamente porno. bella lettura. l’ho consigliato a due persone: come sempre, uno l’ha amato e uno l’ha schifato.
    frittino

  8. @frittino: a frittì, mi ci vedi sola, libera, sciolta da nani e marito, in giro per madrid con un libro porno in mano? rischio di finire nel primo locale a luci rosse tutta imbizzarrita 😉

  9. Siete grandi, accidentaccio! Non sono mai riuscita a fare una cosa del genere con le mie amiche storie con cui andiamo per i 30.. Confermo da non perdere tutti i musei elencati da chi mi ha preceduto. Baci , divertitevi!

  10. @mammaoggilavora: grazie mami! quando mi si spianterà finalmente il pc forse riuscirò pure a ricambiare felicemente questa visita…!

    @giorgi: e tra l’altro la mia lepi ti somiglia parecchio. ponfi esclusi ovviamente (ma non ce li ha più neanche lei). ci vogliono queste fughe. sono proprio essenziali, e poi devo approfittarne ora che le piaghette sono abbastanza sotto controllo…abbastanza 😉

  11. Il caffè sta salendo!!!!!
    Oggi mi sento di merda, sarà per un battibecco cretino avuto col consorte, ma a volte cazzarola non lo sopporto proprio.
    Ha sempre ragione, sa tutto lui, ma che palle!!!!!!
    Amore fan………………………….
    Ecco mi sento già meglio.
    Oggi pomeriggio vado a vedere una rappresentazione teatrale "Ma non è una cosa seria" di Pirandello con le mie tre amichette.
    E’ promossa dall’Associazione Luce e Vita con il patrocinio di Onlus per la ricerca e la cura delle leucemie e delle malattie oncoematologiche dell’ospedale San Gerardo di Monza.
    Andiamo al teatro Carcano e poi ci aspetta una bella pizza fumante.
    Ecco Patry, stai su ti aspetta un bel pomeriggio, fra donne ahhhh benedetta sensibilità femminile.
    Baciottoabbracciotto
    Fuourpi  

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...