Grandi eventi

E’ stato proprio come speravo, abbiamo mangiato con lentezza, calma, tante risate e anche qualche poesia. Ci siamo scambiati regali sobri e storielle serene, abbiamo brindato e trotterellato tutto il giorno a riempire calici, piatti, pentole e…lavastoviglie. Hanno fatto praticamente tutto gli altri, ma non è del tutto vero, Obi e io abbiamo fatto gli osti, ed è stato bellissimo e divertente.
Siamo due orsi tremendi Obi e io, che per organizzare una cena con due amici possiamo impiegarci mesi, ma poi invece i grandi eventi ci vengono benissimo, e allora ci piace trotterellare tutto il tempo perché tutto sia, se non proprio perfetto, quantomeno accogliente e sorridente. Sa di mieloso, forse, ma è proprio così.
E ce lo siamo proprio goduto.
Come sempre mi succede dopo i grandi eventi, però, adesso sono un po’ svuotata.
Anche affaticata dal dolore a mani e piedi ormai pestissimi… e avrei proprio voglia di non uscire di casa (e non lo farò, tranne per un nanoteatro nel pomeriggio), vorrei dormire e leggere e basta. 
E vorrei che i pensieri negativi la piantassero di approfittare della mia stanchezza e la piantassero di albergarmi tra le orecchie. Perfidi, cattivi e disfattisti.
Fondamentalmente devo solo riposare un po’ e prometto di farlo, anche se significa poter fare pochissime cose, camminare per tragitti brevissimi, parlare con poche parole.
Il riposo non mi impedisce tuttavia di sperare che sia stato un buon Natale anche per voi, e che, finiti gli avanzi di tortellini e lasagne, stiate mettendo a lievitare le energie più grandi, meravigliose, speranzose, e potenti.
Un altro anno sta per cominciare e dobbiamo farci trovare pronti!
Ripieni di pandoro e olive all’ascolana, magari, ma pronti.

Annunci

11 thoughts on “Grandi eventi

  1. Teniamo lontano i brutti pensieri, mi raccomando e riposati.
    Il natale è trascorso, tra momenti di tristezza, qualche risata e tanti ricordi esternati e no.
    Con mia cognata stiamo facendo un bel lavoro, mettiamo in ordine le foto.
    Da quando si sono conosciuti, avevano circa 16/17 anni alle ultime foto di ques’estate.
    E’ un lavoro del certosino, ma è bello farlo insieme.
    La forza che Giovanni gli ha insegnato ad avere dà i suoi frutti, ma dentro di lei c’è, sì serenità, ma anche rabbia, disperazione, che spero riescano ad uscire.
    Mi fa un’immensa tenerezza, e oggi più che mai le voglio un gran bene.
    Devo essere la burlona di sempre, ma a volte inciampo e ………….
    Bacio
    Fourpi 

  2. Sì, riposati un poco, widepeak, e poi leggi e leggi, in modo da tenere lontano i pensieri avversi. Devi prepararti ad altri 22 Natali, tanti quante sono le " restituzioni" di questa giornata che hai voluto regalare a 22 persone, che hanno goduto di un grande esperienza di vita con te.
    Un abbraccio. Renza

  3. Eh no Renza! I Natali dovranno essere molti di più perchè non hai contato chi ha letto, condiviso, pianto di commozione e non ha commentato. Come me.
    Un abbraccio a tutti in particolare a Fourpi e grazie di cuore Wide.
    Marilena

  4. @aries1974: anche sperarlo insieme già lo fa partire meglio, no?
    ricambio l’abbraccio!

    @giorgi: ma si. ci vuole proprio solo un po’ di riposo (peccato che siano chiuse le scuole nane, però, avrei passato i prossimi giorni a dormire!!!)
    ps. nina ha chiamato lula la ranocchia di peluche che aveva chiesto a babbonatale, ma devi vedere come la coccola πŸ˜‰

    @julia: grazie e ricambio lo sai. lanciamo anche un paio di pallettate di neve che mi fanno bene!!

    @fourpi: ci vuole tempo, tanto tempo e tanto ascolto. anche per voi. ma credimi è così bello, da quando mi/ci racconti della malattia di giovanni, sentire quanto siete vicini, al meglio delle vostre possibilità. è una cosa che fa sentire meno sola anche me. ti abbraccio tanto

    @renza: carissima, 22 natali…wow! che bel pensiero mi hai dato…eccerto che leggo!! ho appena finito un libro cominciato ieri che mi è piaciuto davvero tanto. o meglio, mi ha "rassicurata" oltre che interessata e appassionata. si chiama Il mondo quello vero…ora devo solo decidere come proseguire e che libro attaccare stasera πŸ™‚

    @marilena: giusto aggiungiamone un’altra 25ina, così posso diventare una brutta vecchia bacucca che sarà ancora qui a tediarvi fino allo spasimo πŸ˜‰
    grazie. e un abbraccio grande

    @

  5. @aries1974: anche sperarlo insieme già lo fa partire meglio, no?
    ricambio l’abbraccio!

    @giorgi: ma si. ci vuole proprio solo un po’ di riposo (peccato che siano chiuse le scuole nane, però, avrei passato i prossimi giorni a dormire!!!)
    ps. nina ha chiamato lula la ranocchia di peluche che aveva chiesto a babbonatale, ma devi vedere come la coccola πŸ˜‰

    @julia: grazie e ricambio lo sai. lanciamo anche un paio di pallettate di neve che mi fanno bene!!

    @fourpi: ci vuole tempo, tanto tempo e tanto ascolto. anche per voi. ma credimi è così bello, da quando mi/ci racconti della malattia di giovanni, sentire quanto siete vicini, al meglio delle vostre possibilità. è una cosa che fa sentire meno sola anche me. ti abbraccio tanto

    @renza: carissima, 22 natali…wow! che bel pensiero mi hai dato…eccerto che leggo!! ho appena finito un libro cominciato ieri che mi è piaciuto davvero tanto. o meglio, mi ha "rassicurata" oltre che interessata e appassionata. si chiama Il mondo quello vero…ora devo solo decidere come proseguire e che libro attaccare stasera πŸ™‚

    @marilena: giusto aggiungiamone un’altra 25ina, così posso diventare una brutta vecchia bacucca che sarà ancora qui a tediarvi fino allo spasimo πŸ˜‰
    grazie. e un abbraccio grande

    @

  6. ciao carissima! i tuoi post sono sempre meravigliosi. era da un po’ che non passavo causa corse e intoppi pre e peri-natalizi (cfr mio blog). grazie per i tuoi racconti che mi piacciono sempre tantissimo. più delle olive all’ascolana, che pure adoro
    tanti auguri
    paola
    erounabravamamma.blogspot.com

  7. Leggo un po’ in ritardo, in queste prime ore del primo giorno dell’anno, reduce da una cena a quattro a casa di mia sorella, finita con due caffè due che forse non mi faranno dormire proprio bene.
    Ma la lettura dei tuoi post è sempre un momento di gioia per la serenità che da essi traspare e nell’augurarti (per la prima volta, perché magari mi ripeterò più e più volte) un buon 2010, ti auguro (ripetizione, ma fa lo stesso…) di cacciare via al più presto quei brutti pensieri.
    Se vuoi, prendo una ramazza e vengo a darti una mano a cacciarli dalla tua mente……
    Ciao!

  8. @cautelosa: grazie mille cara! te li ricambio di cuore qui questi begli auguri, perché come sempre da casa non riesco a collegarmi al tuo sito (misteri, bah!)
    spero questi primi giorni dell’anno siano stati sereni e quieti, un abbraccio grande!

    @paola: ahhhh le olive all’ascolana. non pensavo che il mio stomaco riuscisse a contenerne così tante πŸ˜‰

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...