La regola n.3

Dalla regolarità con cui si propone, direi che possiamo parlare di regola n.3: l’anticlimax.
Ovvero, i giorni immediatamente successivi a seri esami di controllo che abbiano avuto esiti anche incoraggianti, passata l’euforia iniziale, mi tocca almeno una giornata totalmente assorbita da un grande pantano di nervoso, nostalgia, tristezza, spavento, paura e  solitudine.
E indovinate un po’ che giornata è oggi?
Insomma, devo trovare in fretta una regola n.4, cioè come farmi passare la 3, perché è da stamattina che mi gira proprio malissimo.
Meno male che domani vedo Mr. Clint e capiamo insieme che strategia tenere nei prossimi mesi, così magari la mia mente è impegnata da altro che questa giostrina per criceti che è diventato il mio cervello.
O magari cerco di concentrarmi su qualcosa di meno egocentrico del mio umore di merda e del mio cancro, ché a volte mi sembra che proprio non potevo trovare una scusa migliore nella vita per stare qua a lamentarmi e sentirmi pure autorizzata a farlo.
Che bel pantano.
E insignificante per giunta.
Passerà.

Annunci

13 thoughts on “La regola n.3

  1. E' così, cara wide, ed è normale. Dopo le ansie e i terrori che impongono reattività e forza e tensione c' è non il sollievo, ma il pantano, la paura del futuro e di essere ancora disillusi. Non è strano, è solo molto umano.In questo cammino sulle montagne russe non sei sola, siamo tutti con te. Renza

  2. Cara Annette, perchè mai insignificante???Pretendi, secondo me, veramente tanto da te stessa.Già normalmente dopo un momento "alto", si atterra quasi sempre in un pantano, non chiedermi perchè, io non lo so. Ma sti momenti alti lasciano sempre il tempo che trovano, moralmente parlando, anche se la positività dell'avvenimento perdura. Come sarà nel tuo caso e Mr: Clint domani lo confermerà.Sarà la giostrina troppo veloce e i cricetini non riescono a stare al passo????Sarà che ci sono persone che si chiedono sempre troppi perchè, e vogliono certezze, cose sensibilmente concrete, io faccio parte di queste "persone", ma è tremendamente complicato. L'umore è piuttosto ballerino, basta un niente per piombare in quella solitudine che si prova in mezzo a cento persone. L'attesa fa sempre il suo ingrato lavoro, di certo non aiuta, anzi rompe proprio i coyons, ma domani andrà meglio, sono convinta che il pantano si asciugherà in un batter d'occhio. Fiducia Annette, sei a buon punto, pensa positivo, l'umore è importante BacioneabbraccioneFourpi

  3. eh ognuno ha diritto al suo crollo di tensione e al suo spleen post-prestazione… e tu hai pieno diritto di manifestarlo.Purtroppo non posso far molto, quindi ti invio un abbraccio, come dice il Piccolo un abbraccio gigante

  4. Beh, credo sia normale: dopo l'iniziale euforia, dal momento che non si tratta di un verdetto definitivo, ti vengono tutte le ansie e i dubbi del mondo. A me succedeva con le ecografie in gravidanza.

  5. oggi è venerdì e per prima volta leggo il tuo blog e dopo aver letto l'ultimo post ho cliccato prima di tutto sulla categoria "felicità" e nonostante l'ansia della sofferanza e la paura del futuro vedo quanta immensa e meravigliosa "felicità" scopri in mille cose inaspettate e non… e allora spero con tutto il cuore , visto che oggi è un giorno nuovo che tu abbia ritrovato la tua regola n.4.conaffettoadriana

  6. Up&down, e dicono sia pure normale…In realtà ho imparato a mie spese che i momenti più sereni sono quelli di mezzo, in cui non succede proprio nulla, mentre le buone notizie hanno questo contraccolpo che le rende stressanti di rimbalzo. Ma tu non sentirti in colpa, eh!

  7. @Renza: e non sai quanto sono grata di non essere sola. ieri, nel mio mare di nervoso, credimi, mi sono aggrappata al pc come a una zattera…grazie mille!@alecomeale: lo so che ci sei, i silenzi amichevoli si sentono sempre, sai! un abbraccio@fourpi: ma io come avrei fatto se non ti avessi incontrata qua, mica lo so io! grazie mille carissime@ziacris: ma si, e poi per fortuna si va a dormire e passa tutto…per fortuna…@mammaoggilavora: sei carina a chiamarlo spleen…ma ieri ero un vero mostro schifoso che non se lo meritava un abbraccio gigante no no no. però oggi si, e allora me lo prendo e lo ricambio con un po' di sorrisi :)@lanterna: si, ormai lo so che è normale, ma come dicevo poi, devo fare in modo di non dover rendere conto a esserini sotto al metro e 30 del mio umore di merda, sennò la combinazione è letale!@adriana: cara adriana, grazie delle tue parole e della tua visita che ricambierò appena posso! e un abbraccio virtuale enorme :)@julia: si infatti oggi sono immediatamente più tranquilla perché mi attendono 3 mesi "di mezzo" ed è un enorme sollievo…@biancax: oh yes! ;)@/graz: il tuo romanesco mi ha fatto morire dal ridere !!! :Dgrazie di pensarmi, vi penso anche io!bacio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...