Treni

Sono stata molto nervosa in questi giorni e mi dispiace. Mi dispiace essermela presa così tanto con quel mio amico, anche se è stato un vero pirla, ma io non devo prendermela così. Mi dispiace essermi sentita così soffocata dalla mia situazione generale. Credo semplicemente che fosse l’ansia di rimettermi in corsa per curarmi, per non perdere tempo.
Tutti intorno a me hanno aspettato gli esiti dei miei esami per cominciare a fare programmi (vacanze, viaggi, lavoro, impegni, etc etc), e, anche se lo capisco, e so che è la conseguenza dell’amore che hanno per me, questa cosa di riflesso mi ha messo ansia, perché invece per me non cambia niente.
Ma mi va bene così. Il mio progetto è curarmi, stare meglio, amare meglio, concentrarmi, non disperdere energie preziose. Fare questo e allo stesso tempo non avere la sensazione di inaridirmi, di essere sempre più chiusa, di stare perdendo costantemente il treno della vita, richiede un equilibrio molto difficile da mantenere. A volte, infatti, lo perdo. Non a caso, nella pausa tra le cure.
Ma già ora sto meglio, domani si ricomincia.
E’ un altro tipo di treno, ma sempre di viaggio si tratta.

Annunci

20 thoughts on “Treni

  1. E' molto difficile, hai ragione, trovare un equilibrio quando tutti i giorni ci sono delle prove molto dure da superare. Ti senti la responsabiltà del benessere degli  altri e questo è un grosso peso. Io, credo, carissima, che già porsi questi problemi, come tu fai, sia una prova che l'inaridimento è una cosa molto lontana da te che  mi appari straordinariamente umana e vitale sempre, ogni qualvolta ti leggo. Un abbraccio forte per quest'altro pezzo di viaggio. C.

  2. ti leggo, ti seguo, ti sono vicinoti leggo nei tuoi scleri, e ti leggo il giorno dopo, pentita dei tuoi scleriti leggo nelle tue preoccupazioni per te stessa, ti leggo il giorno dopo nelle tue preoccupazioni per gli altrinon puoi lasciarti andare a un sano, sanissimo, strasanissimo egoismo e piantarla di preoccuparti sempre per gli altri, quasi scusandoti per i tuoi scleri, quasi scusandoti se hai pensato a te stessa, quasi scusandosi se per la tua malattia non riesci a essere all'altezza dei pensieri degli altri?la domanda è retorica, vuole essere soltanto un eventuale spunto di riflessioneperchè, a mio modestissimo avviso, la tua emotività è già ampiamente provata, messa a prova, frastornata, colpita, demolita dalla malattia che è tua e soltanto tua: non sarebbe catartico, liberatorio, non ti farebbe star meglio una condizione mentale di 'vaffanculo' perenne, senza sensi di colpa, a tutti quelli che ti parlano, interagiscono, ti stanno attorno?non devi niente a nessuno. giac

  3. Spero che anche questo sarà un viaggio liscio, senza intoppi e ostacoli.Un po' come in questo video:

    E che ad aspettarti alla stazione d'arrivo ci sia un periodo di grande serenità.

  4. Tranquilla, è tutto a post e niente in ordine, ma va benecosì, ci sta tutta. E allora io cosa dovrei dire che sclero un giorno sì e un giorno sì, e non ho nemmeno la scusante della chemio?Dai Wide che sei in gamba, e chi ti ama ti prende pr quello che sei, o così o pomì

  5. @perdix: grazie dell'abbraccio e delle tue parole..:)@giac: sei molto gentile sai ad aver fatto una lucida analisi del mio umore ballerino…non lo faccio per gli altri di scusarmi, sai, lo faccio per me stessa. sono l'unica che ci soffre quando ho i miei cali di umore, o comincio a vedere tutto nero. per cui cerco di superarlo, o mi sentro intrappolata, soffocata dalla negatività@brillantina: rifletterò ancora molto su questo tuo commento, perché la verità è che io cerco sempre una strada di mezzo tra quelle che tu hai indicato…chissà se la trovo però@camden: grazie del link! io stavo per mettere un video da Dead Man, film che adoro e con una colonna sonora da paura, ma poi ho pensato che dato il titolo, potevo esssere equivocata 😉 molto meglio il tuo!!:)@ziacris: tanto pomì! 😀

  6. Il tuo post "treni", mi ha ulteriormente confermato che persona straordinaria tu sia. La tua anima è talmente grande da ripararci tutti.Il mio progetto è curarmi, stare meglio, amare meglio, concentrarmi, non disperdere energie preziose, hai ragione carissima, ma sull'amare meglio ho qualche dubbio. Sai amare tantissimo, i tuoi post parlano tanto di te e quella vena sottile di gentilezza, di comprensione, di giustificazione, anche quando sbarelli un pochettino, sanno tanto di buono.Ho tanta fiducia in te, so che è riposta bene, e capisco bene come puoi sentirti quando intorno a te si fanno progetti, perchè i tuoi esami vanno bene, è come volere e non sentirsi completamente dentro, un po' come guardare dal balcone, in un certo qualmodo paradossalmente è l'intruso che ti sembra ti faccia compagnia, colui che capisce, perchè parlate la stessa lingua. No, no Annette, è furbo, Lui è la rassegnazione, con te non c'entra niente. Credici, sei già a buon punto, e in ottime mani, forza Annettenon stai assolutamente perdendo il treno della vita, lo sai è la "pausa" e gli amici idioti che ti fanno stare così. Domani in alto la guardia, fuori la grinta si ricomincia, e avendo di nuovo in mano la situazione starai meglio.Ah dimenticavo, domani mattina parto per Parigi, weekend lungo.La mia prima volta a Paris, saremo in dieci, speriamo bene,Un abbraccioneFourpi

  7. @fourpi: carissima, il tuo commento così gentile meriterebbe una risposta più lunga ed elaborata di questa mia breve dovuta alla stanchezza tossica post chemio…ma non potevo non farti subito il mio più grasso BUON VIAGGIO!!!!! sono sicura che sarà un weekend fichissimo! non dare retta a nessuno e guarda tutto con i tuoi occhi meravigliosi! ti abbraccio

  8. e' dura quando il treno e' fermo in una stazione intermedia, la girandola di sentimenti e' grande, anche se si sa che poi riparte. E in qualche modo a treno fermo bisogna agire, anche adirandosi.Ma e' ripartito, avanti cosi', sei in gamba… un abbraccio grandissimo!

  9. no dai. dovresti prendertela più spesso col tuo amico. anzi invita pure qualcuno che non conosci a prendersela con lui. fatelo uscire pazzo! XDovviamente scherzo.sfogati. semmai non sugli amici. che tirare ire sui malcapitati non serve mai a niente.Ciup

  10. Hai il diritto, come tutti, di perdere l'equilibrio ogni tanto nelle situazioni difficili, chi non lo fa? Non farti mettere ansia dalle scelte altrui, sanno quello che fanno, sennò, cavoli loro! Sei forte WP!!LaStancaSylvie

  11. Qualche giorno fa, ho incontrato una mia affezionata lettrice, anche lei sotto chemio. Mi fa molta tenerezza il suo premettere che "sta bene" ogni volta che si accenna al tumore.Però non è diverso da quando ti fai male mentre sei con qualcuno e come prima cosa, magari mentre provi dolore e vorresti solo lamentarti, cerchi di rassicurarlo o almeno di comunicargli che cos'hai, per non lasciarlo nell'incertezza. Magari lo facciamo anche per noi stessi, nell'illusione che razionalizzare ci aiuti.Io sono qui a leggere i tuoi sfoghi e i tuoi slanci e ti auguro in bocca al lupo per il tuo nuovo viaggio verso la guarigione.

  12. te l'ho già detto: sei una bella persona, una persona con un coraggio, una forza, una sensibilità rare. e gli sbalzi d'umore sono il minimo che ti possa capitare, nella bufera che affronti ogni giorno. lo sanno. forse, tra l'altro (e te lo dico perchè l'ho provata dall'altra parte della barricata), li fa sentire meno… inferiori: vedere qualcuno che affronta il male con questo coraggio, questa tenacia ti fa sentire piccolo, molto. i tuoi "difetti" li aiutano, li aiutano a sentire che hai davvero bisogno di loro, che non sei forte come sembri da fuori. perdonati, wp! 🙂

  13. Non mi pare che tu ti stia perdendo il treno della vita! Ci sei, su quel treno, l'hai preso e nessuno ti obbligherà a scendere. Ieri hai fatto un altro pezzo di viaggio, no? 

  14. Succede di vivere giorni 'alterni', in cui le preoccupazioni della vita sembrano più pesanti del solito…E ti auguro che questo 'treno' ti regali un viaggio con tanti momenti di soddisfazione…Un abbraccio.

  15. Capisco bene l'ansia di riflesso quando ci si rende conto che le incertezze degli esiti bloccano anche la vita degli altri… Ma sai, Wide, tu ci sei su quel treno, solo che viaggi con un bagaglio ingombrante e tutto ti sembra più pesante, più difficile da gestire. Sai salire e scendere ad ogni fermata e fare i cambi e continuare ad andare avanti nonostante tutto, ma in certi momenti ti senti stanca, tutto qui. Sfido chiunque a non capire, ma in questi casi diventiamo anche poco clementi con noi stesse. E' sempre meglio buttarla fuori, la rabbia, o almeno così mi hanno detto. E poi le sale d'aspetto delle stazioni sono veramente terribili, eh! Un bacione.

  16. Capitano momenti in cui non si riesce ad essere positivi al 100%. Ci sono quei giorni che staresti tutto il tempo a letto e invece sei costretto a "viaggiare" con o senza desiderio. Siamo umani. Nel bene e nel male. Non rimproverarti nulla. Soprattutto nei confronti del Pirla.Dai Wide, ti vogliamo ruggente!Dangerousmind

  17. Intorno a noi sono sempre tutti gentili e fantastici però alla fine di fronte alla malattia siamo (o siamo stati) noi soli. C'è un punto oltre il quale gli altri non possono o non sono in grado di arrivare. La malattia è (o è stata) la nostra.Bacio,Marco (^_^)

  18. @mammaoggilavora: giusto, andare è la cosa migliore, sempre! un abbraccio a voi!@anonimo: quel ciup è sospetto, ti conosco? comunque hai ragione, anche se, ogni tanto ce la possiamo prendere proprio con tutti tutti, poi, a me, passa subito! ;)@lastancasylvie: brava, credo che questo tuo consiglio lo terrò nella tasca, mi tornerà utile spesso, hai ragione, gli altri sono adulti, e sanno quello che fanno!@lanterna: diciamo che il mio è un viaggio sì, ma non verso la guarigione, che allo stato attuale della medicina mi è preclusa, però è vero quello che dici, passiamo molto tempo a difendere gli altri, ma quella difesa è anche una razionalizzazione che serve in primo luogo a noi stessi. un abbraccio :)@l'erinni: grazie…ma soprattutto del "perdonati" finale, ho la sensazione che dovremmo ripetercelo tutti più spesso…un bacio grande@giorgi: eh già…ma quando vai a portare i certificati di assenza per malattia in ufficio e vedi che gli altri sono tutti presi dalle loro attività, beh, è facile vacillare…davvero@cautelosa: speriamo, carissima!@julia: vero, e sì che io ne conosco diverse in mezza europa, ma hai ragione, meglio aspettare sui binari che nelle sale d'aspetto. verissimo!!!!@dangerousmind: ROARRR!!! (mi sto esercitanto :))))@marco: esatto. che posso aggiungere. è esattamente così. nel bene e nel male. un abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...