E poi all'improvviso

Sono una tipa fortunata, lo sapete, me lo ripeto spesso. Uno dei tanti motivi per cui lo sono è che tollero abbastanza bene le terapie pesanti a cui mi sottopongo. Infatti non soffro di nausee persistenti, perdita d’appetito (anzi), astenia e altro. O, almeno, non in forme ripetute e persistenti. Dopo le somministrazioni settimanali non seguo nessuna terapia di supporto, per fortuna. Ho scoperto durante la prima chemio che gli effetti collaterali dei farmaci pensati per ridurre gli effetti collaterali della chemio, per me, erano più fastidiosi della chemio stessa e anche se questo è un discorso che vale solo per me e non mi permetterei mai di consigliarlo a nessuno, sono contenta di poter stare senza i vari antiemetici, protettori gastrici, etc etc. In genere sono fuori uso il giorno stesso della somministrazione, poi, come ho già descritto altrove, me la cavo abbastanza.
Ma poi succede che mentre sono serena, felice e tranquilla e mi sto occupando delle mie nane senza problemi, come ieri sera, all’improvviso, mi sento male. E mi prende il panico perché siamo sole le nane ed io – Obi è fuori Roma per lavoro in questi giorni, come ogni settimana, almeno fino alla fine del mese – ed è troppo tardi per chiamare mia madre ad aiutarmi (che poveretta era stata da me già fino alle 6, comunque).  E io ho un mal di testa infernale, improvviso, letale, una nausea feroce, insistente, battente. E mentre vorrei solo mettermi a boccheggiare e annaspare sul letto, invece devo comunque preparare loro la cena, farle mangiare, prepararle e metterle a dormire. Che detta così sembra una cosetta, ma credetemi, ieri sera pensavo di non farcela. E mi sono spaventata anche un po’.
Però, e questa è proprio una cosa piccola e meravigliosa, poi ho fatto appello alla parte migliore di me e ho fatto leva sulla parte migliore delle nane. E siamo state tutte bravissime, io non sono entrata nel panico urlando, loro hanno mangiato tutto per benino. Sono state buone buone e obbedienti. Si sono lavate i denti e infilato i pigiamini senza fiatare, o quasi.
Alle 8 e mezzo eravamo tutte sotto le coperte.
Un piccolo miracolo di gestione famigliare d’emergenza
, ve l’ho detto che sono una tipa fortunata. Ma ieri, per un attimo, me la sono vista brutta. E oggi è già passata.

Annunci

29 thoughts on “E poi all'improvviso

  1. Oh la peppina che brava, no anzi bravissima, complimentarsi è facile, esserci è tutt'altra cosa, le ragazze straordinarie, cucciolone strepitose.Un bacio da parte mia, Fourpi

  2. Ci sono persone che nei momenti davvero difficili tirano fuori il meglio di sè: le nane ieri hanno dimostrato di appartenere a questa categoria.Si vede che hanno preso dalla mamma.Un abbraccio grande grande!

  3. E mentre in ufficio mi è scoppiato un mal di testa urlante e la mia gola  andava in fiamme; mentre pensavo a come comporre i passi necessari a raggiungere la macchina e tornare a casa; mentre i colleghi nel corridoio ridevano troppo forte, e a dispetto del solstizio d'estate avevo le braccia con la pelle d'oca; mentre ero dentro le piccole miserie del mio mercoledì ho fatto una capatina da te, Ecco che la giornata perlomeno ha acquistat un senso, e risuona di qualcosa. Ora che sono a casa, stesa, sempre con la testa sgangherata e la gola bruciante, ne approfitto e ti faccio un saluto e un apprezzamento. Ma quando ti capita devi chiamare qualcuno: prometti? Rosita

  4. beh, ricordo che qundo la mia Lucetta faceva la chemio… io l'avrei tenuta sotto una campana di vetro….ma lei affrontava sempre tutto con disinvoltura…….le crisi di panico le faceva venire a me, accidenti!!!!!Certo che voi donne siete impareggiabili…….Mettici pure due nane meravigliose…….allora siete davvero irraggiungibili……Sì, sei proprio una tipa fortunata, niente da dire!Un abbraccio!!!A.

  5. Mi ripeterò..penso che sei davvero speciale speciale speciale..e che ovviamente hai "Prodotto" due nane super speciali…solo che..che ti devo dire, sapere che sei stata male per la chemio, a me fa arrabbiare un tantinello…sto in questa fase …la chemio mi porta arrabbiatura..invece non dovrebbe, perchè per quanto sia veleno, sta facendo guarire la sister…

  6. i bambini sono speciali. sanno mandarti fuori dai gangheri, ma sanno sentire quando la mamma sta male, quando è il caso di diventare "grandi" per qualche tempo e proteggerti, aiutarti…ti mando un bacio, pensando (come molte altre che ti leggono, credo) che sarebbe molto più bello se abitassi vicino a te.

  7. @tutti: scusate, non riesco a rispondere singolarmente come vorrei, perché oggi e domani sono di nuovo presa dalla trafila ospedalchemiotica, ma grazie a tutti. e si, sto meglio, un po' più nauseabonda de solito, ma comunque bene.ve lo confesso però, ci sono dei post che scrivo e a cui ho proprio bisogno di sentire il supporto, come questo. anche se poi sono fatti piccoli, tutto sommato poco importanti. ma, lo sapete com'è, lo so. per cui grazie davvero. e un abbraccio diffuso a tutti!

  8. Sei davvero speciale, quando ho letto questo post ho sentito proprio un'ondata di ammirazione, per una donna incredibilmente forte, che è supportata da due piccole grandi donne che capiscono, altro che se capiscono, proprio tantissime cose, una famiglia forte, un nucleo che si supporta, siete davvero bellissime, un abbraccio a tutte e 3!

  9. Anche a me è capitato di sentirmi male in momenti in cui mio marito non c'era e di fare appello alla collaborazione dei miei bambini. C'è poco da fare: capiscono perfettamente il momento e si comportano di conseguenza.

  10. Forse mi riperterò, non riesco a leggere tutti i commenti, ma credo che non sia la fortuna. E' che tu sei speciale, davvero,come speciali sono le tue nane.( e a chi mi viene a dire ah, ma tanto i bambini piccoli mica capiscono… invece capiscono tutto, anche più di noi, la maggior parte delle volte)un abbraccio a tutte tre

  11. @tutti: grazie, va tutto bene adesso…ma la chemio in questi giorni si prende buona parte delle mie energie del weekend. domani sarò di nuovo in forma…si fa per dire 😉

  12. Ti capisco molto bene, anche a me ogni tanto succede quando devo star sola con mio figlio la sera, e succede almeno due volte a settimana. Ma non sono così brava, una volta su due devo ricorrere a una pastiglietta per calmarmi e tenere sotto controllo i nervi. Ma in un modo o nell'altro l'importante è farcela.Sei fortunata a poter fare a meno degli antiemetici, ma toglimi una curiosità, che tipo di chemio fai? Io ho fatto tredici taxolo+herceptin, ora sto facendo Myocet+ciclosolfamide trisettimanale. E ho fatto un ciclo solo di quest'ultima finora.

  13. @mamigà: questi ultimi 6 mesi di chemio li sto facendo taxolo+herceptin settimanale (al momento ne ho presi una 20 ne mancano ancora un 6 settimane), ma a suo tempo ho fatto anche myocet+taxolo+herceptin settimanale e più o meno gli effetti collaterali erano simili (solo che mi si abbassavano tantissimo i globuli bianchi con quella chemio lì). diciamo che ne ho provate tante ;)bacioni!

  14. Ecco perchè leggendo le tue settimane le trovo identiche identicissime alle mie quando facevo taxolo+hercy, giorno dopo giorno… Può sembrare sciocco ma mi sento meglio, quando raccontavo la mia organizzazione dei giorni della settimana alle persone che me lo chiedevano mi guardavano come una matta…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...