stasera

Internet è una forza, negli ultimi giorni ne ho avuto una prova in più. Ma internet ha anche un sacco di difetti. O forse i difetti ce li abbiamo noi e non possono che riversarsi sull’uso che facciamo della rete, dei declamati social network.
Ho conosciuto Lara solo virtualmente. Per qualche mese ci siamo scritte mail, abbiamo chattato su fb, come può succedere solo tra estranei, ci siamo dette delle cose che non abbiamo detto a nessun altro con altrettanta franchezza. Ma a noi faceva bene parlare sapendo che l’altra non si sarebbe spaventata, che l’altra capiva senza pietà pelosa, senza ipocrita ottimismo.
Poi per Lara la malattia è precipitata e benché mi fossi ripromessa di esserle vicino con almeno un sms ogni tanto, invece poi non l’ho fatto. Poi piano piano ho scordato di farlo. Perché per me la vita continuava, a differenza che per Lara.
E oggi mi sono ricordata di controllare come stava, prima su fb. Poi, dopo aver letto i messaggi inequivocabili dei suoi studenti, ho trovato su google un articoletto. Non voglio parlare qua della mia vergogna per non esserci stata quando avrei dovuto, queste sono cose che mi devo vedere con la mia coscienza e basta.
E non posso parlare di Lara perché non ho avuto la fortua di conoscerla meglio. Ma so che aveva sognato un viaggio a Madrid e che l’aveva fatto chiedendomi consiglio perché io c’ero stata poco tempo prima. Anche quel viaggio Lara non se l’è potuto godere come avrebbe meritato.
E allora a me è venuta in mente questo viaggio da Madrid a Barcellona. Questa canzone.
E stasera la dedico a Lara, a suo marito, e a chi ha avuto la fortuna di amarla.

Annunci

24 thoughts on “stasera

  1. Capisco e mi dispiace per come ti puoi sentire.Tutti potremmo fare di più, ma a volte pur volendo questo non accade.Chissà perchè?Mi piace pensare che, in questo caso, il destino abbia voluto così.La vostra conoscenza ha arricchito i momenti giusti, quelli importanti, sia per te, ma soprattutto per lei.Forse Lara voleva questo e non ti ha cercato nemmeno lei, perchè  voleva rimanesse tutto così.Un abbraccioFourpi

  2. @mamigà: già, purtroppo c'è proprio poco da dire@sononera: sono una merda, questo è il fatto. ma ormai è tardi per starsela a menare qua. speriamo di aver almeno imparato una lezione. grazie lo stesso@fourpi: non poteva, cara, non poteva essere lei a farsi sentire perché stava troppo male poveretta. dannazione. e io nemmeno uno stronzissimo sms. vabbè. meglio che lascio perdere, la sua memoria non merita la mia stupida ottusa e inutile rabbia. ma grazie del conforto

  3. Forse hai peccato di negligenza o fore hai fatto quel che potevi fare. Perchè magari oltre ad un certo punto non potevi più. E allora non ci si può mettere in croce, nemmeno per amore degli altri, nemmeno per amore di un altro speciale.Non ci si può semplicemente mettere in croce Anche se ci sono stati santi  e martiri, io sono sicura che se l'hanno fatto è perchè ne avevano bisogno./graz

  4. stai tranquilla Wide….ora Lara sa leggere nei nostri cuori molto, ma molto meglio che noi stessi, ci crediamo o no…..ed ora possiamo riempirli solo d'amore verso lei e verso chi le è stata vicina e lo sarà per sempre….A.C.

  5. Tutti noi, TUTTI noi abbiamo recriminazioni da fare in momenti come questi: non sei una merda, non lo sei affatto e sono certo che neanche lei ti abbia ritenuto tale.Sei umana e tutti noi, in quanto umani, non sempre siamo in grado di fare tutto ciò che potremmo o dovremmo o vorremmo: la differenza con le merde, quelle vere, è che qualcuno come te se ne accorge e ci sta male; non consola per il presente, ma serve per il futuro.Un abbraccio a te per come ti senti e mi unisco al tuo per lei e chi l'ha persa.

  6. Se, come hai scritto, vi siete confidata così tanto,Lara di sucuro conosceva un bel pezzo della tua animae di sicuro non ti avrà fatto una colpa per l'assenza.Non sei una merda, anche se ti ci senti appieno.Ma ti ci vorrà del tempo per assimilarlo.Un abbraccio ventoso.OrsaLè

  7. @Wide, dopo dieci anni io sento ancora l'affettuoso rimprovero di una persona conosciuta non virtualmente, ma nel quotidiano, a cui non sono stata capace di far sentire la mia vicinanza: "Ma non hai saputo cosa mi è successo?". E' una ferita che mi brucia ancora, ci devo convivere, ma davvero spero di aver imparato la lezione. Non siamo perfette, questa è la verità. Ma posso dirti? Io sono certa che Lara ti ha già perdonato. Un abbraccio, Laura.ddd

  8. credo che lara abbia capito. la paura, il bisogno di convogliare su di sè tutte le proprie forze e tutti i mille motivi che ti hanno spinto a non scriverle. davvero.e ti abbraccio forte, da lontano.

  9. La nostra vita, cara Wide, è piena di atti mancati. Che ci ritornano alla mente quando il tempo è scaduto. In verità  solo certe persone, particolarmente sensibili come te,  si rammaricano;  altre non si pongono certi problemi e ritengono di avere la coscienza a posto.Se tu avessi mandato a Lara un sms, ti rammaricheresti adesso di averle mandato solo quello.Io sono sicura che a lei hai dato quello che hai potuto e credo molto, così come tu e le tue compagne di domenica riuscite a dare a chi vi legge veramente tanto. Renza

  10. Quoto Renza, che ha reso benissimo anche le sfumature di un discorso profondo…Ti abbraccio. Silvana, che legge tutto ( anche se non commento…)

  11. Ehilà piccolo pulcino oggi come va?????Adesso devi smetterla di farti karakiry (non so come si scrive), i sensi di colpa non servono a niente se ci si butta giù e basta.Il destino vi ha fatto incontrare seppur virtualmente, vi siete date tanto.Ricordati quelle confessioni private, le ti ha scelto per aprire il suo cuore.Eri importante in quei momenti, ci sei stata. La qualità del tempo a volte non si misura con la quantità. Faticano e non sempre vanno a braccetto, per mille motivi, chissà perchè?? Non c'è sempre una spiegazione.Hai scelto una canzone stupenda, meravigliosaUn abbraccioneFourpi  

  12. @tutti: avete tutti ragione e siete tutti molto cari. ma lo sapete che nessuno può toglierci il senso di "aver mancato" specie quando è proprio troppo tardi per recuperare. per cui ora mi tocca questa piccola colpa perché è soprattutto qualcosa che ho sottratto a me stessa oltre che a chi ne aveva magari bisogno. e per questo non c'è niente da fare. mi è venuto però in mente uno di quelli slogan per la malattia che girano in america, che avevo trovato on line tanto tempo fa e che, nella sua semplicità e banalità non avevo veramente capito. lo slogan diceva semplicemente, più e più volte, urlando, invitando, suggerendo, ordinando, spronando:MAKE THAT CALL.ecco.e adesso l'ho capito.un abbraccio a tutti voi

  13. Non l'ho conosciuta, ma mi unisco al dispiacere.Per i sensi di colpa…beh a volte si pensa di avere un tempo infinito per fare le cose che si rimandano, e invece poi non ci si riesce.Ma anche questo fa parte della vita, penso che ognuno di noi abbia vissuto più di un momento in cui ci si è detti:"Avrei dovuto pensarci prima." Non angustiarti…

  14. Credo sia normale stare male, sentirsi in colpa, farsi anche prendere dallo sconforto per il dolore di una perdita così ingiusta, per il tempo che manca sempre, per l'inerzia che ci spinge a rimandare le piccole e le grandi cose…Questi sentimenti li ho già provati in altre tre occasioni – in situazioni leggermente diverse, ma sempre nei confronti di altri malati – , e ancora non mi perdono di non essere andata al funerale di nessuna di queste tre persone, anche se nei primi due casi ero appena stata operata e nel terzo dovevo partire per un viaggio rimandato già troppe volte…Non me lo perdono, mi sembra sempre di aver fatto poco, di non esserci stata nel momento più importante, anche se probabilmente non è così che la vedrebbero loro. Un abbraccio a te e un saluto a Lara, che non ho avuto la fortuna di conoscere.

  15. Sono d'accordo, Lara non vorrebbe proprio che tu ti sentissi in colpa, ora lei, da lassù, ti vede e sorride, ti protegge e continua a leggerti. Quindi non disperare. Uffa però, che tristezza la vita. Questi cancer blog oggi mi angosciano. E mi viene pure da piangere. Tutti possiamo essere Lara.

  16. Mi spiace molto cara wide perchè una cosa così buca l'anima. Ma mi spiace anche sentirti così e vorrei tu provassi a essere  un pò indulgente nei tuoi confronti. Intanto le tue parole ci hanno fatto conoscere Lara, a lei il mio saluto e a te un abbraccio. Rosita

  17. ………"Questa piccola colpa, perchè è soprattutto qualcosa che ho sottratto a me stessa, oltre a chi ne aveva magari bisogno…..", hai detto tutto.E' una frase tanto vera e tanto saggia.Forza dolce Annette, un abbraccioFourpi

  18. mi dispiace.Ma non dipende da te, se ci fosse dato di cogliere tutte le occasioni e tutti i momenti per sentire certe persone, non sapendo che dopo puo' essere troppo tardi, saremmo alieni o semidei.Tu stai gia' facendo del tuo meglio per essere accanto agli altri, e ora dopo questa vicenda non farai scappare occasioni. Un bacio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...