Clandestinamente

Siamo in vacanza, clandestinamente, perché ogni 6 giorni devo tornare a fare il tagliando chemiostro, ma siamo in vacanza. Sempre nello stesso posto dove vado più o meno da 30 anni, ma che sempre di più è meno popolato da italiani e più da stranieri. Deve essere perché non c’è assolutamente niente da fare, se non guardare i pioppi e annusare le siepi di bosso,  osservare le colline, giocare con i propri figli, andare in bici, parlare, leggere. Meglio così. Gli stranieri mi guardano pelata e mi sorridono per dire "va tutto bene, ci sono passata anche io/ci è passata mia moglie/mio fratello/mia cognata/ vedrai, andrà tutto bene". O almeno a me sembra così. Nessuno mi fissa, o distoglie lo sguardo imbarazzato o strabuzza gli occhi per la paura.
Semmai, tutti mi sorridono un po’ di più.
E a me, semi-stanziale, sembra di viaggiare lo stesso. Dietro mi porto tutti i libri che mi avete consigliato che ho trovato in biblioteca. E’ bello.
E il bosso ha un profumo buonissimo, sapete.
Buone vacanze anche a voi!

Annunci

14 thoughts on “Clandestinamente

  1. "vacanze clandestine", il massimo dell'organizzazione.Sono andata su google per avere un'idea di cosa sia il bosso, ahimè non lo ignoravo completamente. Devo proprio dire che madre natura è  una gran bella "invenzione".E' strano, ma quest'anno a me il mare non manca. Non so perchè.Sabato vado a Zanelli, vicino a Bettola, colli piacentini a 600 m.I propietari in questa, originariamente grande casa, ci vivevano in dieci, nonni genitori figli zii, sai le vecchie famiglie contadine, sono veramente delle gran belle e brave persone. Adesso vivono, a Massara, vicinissimo, e ci vediamo spessissimo.Da questa grande casa ne hanno ricavate due, con alcuni comfort e abbellimenti della nuova era. Molto semplici, ma funzionali.La mia amica d'infanzia P, ha in afitto ormai da 10 anni la casa a fianco la mia. Ci diamo al giardinaggio che ci sforziamo di tenere con un certo prestigio, Nick ha il suo orticello, vicino a quello dei padroni ed è per lui il massimo della soddisfazione.E poi ci sono i loro cani che vengono a trovarci giornalmente, ai quali non facciamo mai mancare dei piattini prelibati. Vengono anche i miei genitori e il padre della mia amica.Chissà perchè ti ho scritto tutto sto popò di roba, ma le dita sul pc sono partite e chi le ferma più. Ah dimenticavo, facciamo anche delle belle tavolate e ci abbuffiamo tutti, con il solito buon vinello del posto.Basta se no rischio proprio di rompere, buona continuazione e a presto.Un grandissimo abbraccio mia cara Annette.Fourpi

  2. Un bellissimo "piccolo" post, sereno e vibrante. anche a me (che non prendo un aereo da troppo tempo, e scalpito un po') è capitato di recente di trovarmi in liguria in un campeggio popolato quasi esclusivamente da stranieri, e di respirare un'aria diversa.oggi ho anche visitato per la prima volta (nonostante ti legga ormai da tempo) il tuo anobii, e ho scoperto che abbiamo molti gusti in comune, eggers e la pitzorno sopra tutti.grazie ancora una volta per le tue parole, per il tuo talento.un abbraccio e buone vacanzel.

  3. E lo chiami fare niente? io lo chiamerei Paradiso..;-)mi mancava tanto il mare, così tanto che sono riuscita a ritagliarmi tre giorni con lui in un posto da fiaba, e a poco prezzo…e sono felice, nonostante tutto..ti abbraccio forte forte..

  4. oddio…….neanche io sapevo cosa era un bosso……ma Widepedia mi ha istruito.goditi questi momenti sereni di pace, anche se interrotti di tanto in tanto…ma non dar conto alle interruzioni….pensa al resto….Un abbraccio e ti sono vicinissimoA.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...