Nemmeno uno spillo

Una barca nella tempesta, un lungo viaggio a piedi in luoghi sconosciuti, la battaglia che non amo, una maratona sfinente, qualunque metafora voglia utilizzare per definire la mia convivenza con la malattia, una cosa mi si è chiarita limpidamente nel finesettimana: nel bagaglio che porto non c'è più spazio nemmeno per uno spillo.
E' tanto tempo che cerco di fare spazio, ma sapete com'è, si finisce sempre per portare più di quanto sia strettamente necessario quando si viaggia in compagnia. Se fosse per me sola no, ho sempre viaggiato leggera per andare più lontano possibile. Ma non sono sola e non posso viaggiare leggera. E se aggiungo ancora solo uno spillo, finisco per strisciare sotto questo peso. E strisciando, si sa, non si riesce ad andare molto lontano.

Annunci

16 thoughts on “Nemmeno uno spillo

  1. Io sono una di quelle che ama, che sta vicino, che non capisce mai fino in fondo… mio papà ha un tumore.. ho letto d'un fiato i tuoi ultimi post, ora tremo. Per la forza che leggo e che c'è anche in lui…e io che non so mai cosa fare… anche lui probabilmente non ha più posto nemmeno per uno spillo.
    grazie…

  2. vorrei dirti qualcosa come: "coraggio, passerà!", ma so che non è il caso. solo… beh, lo sai come sono le valige, no? sembra sempre che non ci stia più niente, che non si chiudano, che sia troppo… ma poi ti ci siedi sopra, spingi un pochino e lo spazio lo trovi. mi auguro che tu non debba davvero metter più niente, lì dentro, ma sono sicura che, dovesse essere, il posto ci sarebbe: hai tanta di quella grinta, in corpo, che ce la faresti sempre e comunque.
    (very proud of you, anyway!)

  3. @tutti: come sempre i vostri commenti mi danno di più di quanto io non pensassi di avere bisogno, grazie, è incredibile il conforto che raccolgo da voi, ogni volta. In questo caso, perà, lo spillo di cui parlo qui è la mia tendenza ad accollarmi problemi e responsbilità che vanno oltre il mio ragionevole raggio di azione/ relazione. Qesta cosa non posso più permettermela. In questo senso non devo prendermi sulle spalle più niente oltre a quello che già c'è,  e che – lo so che lo sapete – è già abbastanza.
    un abbraccio a tutti

  4. ………, posso regalarti un punta spilli, a forma di coccinella, è poco, ma te lo regalo con tutto il cuore.
    Un bacione
    4 p

  5. No, hai ragione, i pesi in più, lasciali agli altri, magari a quelli che hanno solo il bagaglio a mano e si lamentano pure di quello.
    Per te, solo abbracci, sorrisi e speranza, che per quelli c'è sempre posto.

  6. chissà quanti come me leggono questo post, poi aprono la finestra dei commenti e restano lì a guardarla senza sapere cosa scriverti. ci provo lo stesso, per me e per loro: sei fantastica e non è una cosa detta per dire;  coraggiosissima e pure estremamente spiritosa. ecco, io credo che in generale nelle situazioni difficili(ssime) rifugiarsi nello humour, oltre che nella magia, sia un buon sistema. perlomeno è quello che uso io. ti abbraccio forte
    erounabravamamma

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...