Mastro Ciliegia

Una mia amica ha trovato la definizione migliore per descrivere lo stato della vostra Wide in questi giorni di assenza dal blog. E no, non è che mi sono data all’alcol (quello ormai è da tempo che si sa). No, è che con la chemio è arrivato un rinculino di influenza che mi ha sbattuto i neuroni sul cuscino, le chiappe al massimo dal materasso al divano e ritorno, e soprattutto mi ha tirato addosso una tosse e un raffreddore talmente virulenti che devo aver sterminato decine di alberi in fazzolettini di carta. In tutto questo, mi ritrovo ormai da giorni, con un naso violaceo e tumefatto dalle numerose, disgustose, continue e ripetute soffiate mocciolose: Mastro Ciliegia, appunto.
Ma oggi sembra che io stia meglio. Non per niente ho anche riacceso il pc (controllo i vostri blog con l’iphone, ma non è che sempre mi faccia commentare, eh, scusatemi se non mi vedete, ma io vi leggo, giuro) e sono qua. Per poco, perché tra un minuto mi risbatto sul divano. Ma sono qua. E noto anche con piacere che, sarà la nausea chemiotica, la riduzione di cortisone prevista, saranno i chili di mocciolo che ho espulso, o gli effetti di altri effetti collaterali da chemio che non sto qui a descrivere ma ci siamo capiti benissimo, comunque, fatto sta, ho perso qualcuno di quei maledetti chilacci che avevo preso nelle ultimissime settimane. E rientrare in un paio di pantaloni normali, dopo settimane di tuta, credetemi, può fare molto per l’umore.
Vi voglio bene, passate anche voi un buon finesettimana, mi raccomando!

Annunci

48 thoughts on “Mastro Ciliegia

  1. Sono felice di rileggerti, dal mio divano, avvolta in un tuta informe, al 30simo pacchetto di kleenex e con un nasone tumefatto come il tuo.
    Un abbraccio
    Raffa
    altrimenti detta Mastro Ciliegia 2 🙂

  2. Ed io che ti ho visto di persona posso solo dire: sei bellissima!!!
    L’animo si sa, il cervello non lo commentiamo perchè è scontato ma vogliamo parlare del tuo fascino??? accidenti, le splendide nanine avranno pur preso qualcosa da te no???:-)))!!!
    Baciooo
    Mari

  3. Evviva i chili di meno…! Così sarai pronta per la moda primavera-estate 2012.. 😀
    Sono felice di risentirti con la solita grinta, evidentemente chemio, influenza e moccichi vari non ti fanno paura!
    Un buon fine settimana anche a te e un abbraccio!
    Patrizia VR

  4. ….anche noi Te ne vogliamo! Guarisci presto…e davvero, che gran soddisfazione rientrare in un paio di pantaloni “normali”!
    Baciotto

  5. @tutti: oh, normali si fa per dire, che avete capito. diciamo che pantaloni invece di tuta è già molto. proprio normali normali, non direi. taglie forti, altro che normali!
    baci baci!
    @cris: mi interrogo da un tre ore su quel sms!!! 🙂

  6. Sono un attuale taglia forte, ex taglia conformata (in gravidanza ho messo su più di 22 kg,….ma mio figlio di anni ne ha quasi 21, per cui quello che è, è!!)….già solo il passaggio da uno status all’altro, è stata una soddisfazione! Ora poi che Mia, nel suo ultimo post, mi ha fatto scoprire “l’adipe metabolicamente l’attivo”, lo guardo con occhio diverso, anche se non ancora di riguardo!!!!

  7. Ci ho messo un bel po di tempo per decidermi a scriverti. Ti ho conosciuta tramite il tuo bolg l’anno scorso, ti ho sempre letta con piacere e finalmente, vinta la “strana cosa che mi tratteneva” oggi ti saluto come si deve.
    Io non ho il raffreddore (per il momento) ma visto il taglio corto………….corto??? no, cortissssssimo che da oggi esibisco (mi sono decisa a togliere la parrucca che indossavo da maggio 2011) di certo me lo becchero’ molto presto.
    Ti ringrazio, Wide, per il coraggio e la forza che mi hai trasmesso in questi mesi. Sei una splendida persona. Grazie
    Daniela

  8. Quest’epidemia influenzale s’è installata in casa da circa 3 settimane mietendo vittime, l’uno dopo l’altro, giusto il tempo perchè chi stava meglio potesse dare una mano allla vittima successiva…
    E ci eravamo tutti e tre vaccinati. MAH!
    Unico lato positivo, anche io tirando fuori un paio di pantaloni a caso mi ci si sono trovata quasi a sguazzare, il che è sufficiente a riportarmi un sorriso un poco irritante (per gli altri) prestampato sul viso

  9. che bello rileggerti.
    oggi per la prima volta riesco anche a commentare vincendo la mia timidezza.
    buongiorno per tutto il giorno.
    buon sabato.
    v.

  10. Ciao piccola,bentornata domani all’auditorium si potranno leggere,in occasione del bicentenario non ricordo se della nascita o della dipartita del nostro comune amico Charles, alcuni brani. Il piu votato vincera’ un testo inedito a mano binaria :Dickens e Collins. Se mai votassero la mia scelta sai gia’a chi e’dedicata. Poi ti faccio sapere, abbracci intensi

  11. Che felicità, rileggerti!
    Una è andata. Cominciamo a decurtare, così il traguardo sembrerà più vicino. E’ quello che ho fatto io percorrendo il tunnel Fec-cioso!
    Sei troppo carina, Wide, come si fa a non volerti bene?

  12. non ho mai commentato. era un pò che non trovavo il tuo blog causa etere nemico…poi ti ho incrociato su quello di elasti…
    ho letto gli ultimi mesi e, che dire,in bocca al lupo ragazza. forse non è molto, ma ti porto nel cuore

  13. Sono contenta di aver letto questo post che mi fa capire che il tuo spirito è come sempre invidiabile… Qui vicino ad Ivrea c’è il sole, ieri sono andata a sciare e sulla seggiovia ti ho pensata… lo spettacolo era come sempre fantastico e ti ho mandato una cartolina virtuale… Buona domenica Wide…. spero il libro arrivi presto 🙂
    simonetta

  14. Mitica Wide, hai messo al tappeto anche il virus influenzale…….ed hai approfittato dell’inconveniente per eliminare un po’ dei chilozzi antipatici che le varie terapie ci hanno regalato….comunque tanto per risollevarti il morale ti informo che attualmente staziono sui 90…..no comment…..
    Un abbraccio stritolante e alle due nane
    La dottoressaGio’

  15. “Non so come andasse, ma il fatto gli è che un bel giorno questo pezzo di legno capitò nella bottega di un vecchio falegname, il quale aveva nome mastr’Antonio, se non che tutti lo chiamavano maestro Ciliegia, per via della punta del suo naso, che era sempre lustra e paonazza, come una ciliegia matura.”

    Ti voglio semplicemente….bene!
    Passa una buona settimana

    A.

  16. Ti leggo sempre. Con un egoismo sconcertante riesco a trarre forza dalle tue parole. CI sei sempre e spero tu i creda, nonostante la mia totalità incapacità di mantenere rapporti a distanza. Claudia

  17. spero che la sindrome da Mastro Ciliegia si sia ridotta, e abbia lasciato spazio al buonumore del rientrare nei propri pantaloni (e secondo me sei carina pure col naso rosso)
    abbraccione che più forte non si può, e dell’infuso limone e zenzero per liberare il naso 🙂

  18. Buonasera Signora “Mastro Ciliegia”, spero ti sia passato quel raffreddorone da moccio vileda?! Saluta le taglie forti, perchè tu sei più forte.
    Bacioabbraccio
    Fourpi

  19. Hola Chica spero tu stia un ciccinnino meglio, e che il naso abbia ripreso la sua sembianza naturale. Sto guardando un filmetino su Iris, non sembra male, mah si vedrà.
    Parla delle riserve indiane, e non so perchè Wide da quell’alta montagna mi è venuta in mente. Saranno le tue sembianze indiane eh, bionda occhi azzurri, no, non lo so perchè.
    Ti abbraccio
    Fourpi

  20. @tutti: carissimi, sì, sto meglio. Va tutto bene, sono solo poco sociale, ma perché ho molto bisogno di riposare e dormo molte ore al giorno. Ma va bene, il sonno mi serve. Spero che sia un buon weekend per tutti!

  21. Ma che poco sociale quando una c’ha sonno, c’ha sonno e meglio riposare.
    Capisco, ma scherzo sò che me lo permetti e io ogni tanto azzardo.
    Stasera mi aspetta una seratona-ona, di rottura di “cugghiuni” che la metà basta.
    In cdz, dove ogni tanto Nick deve farsi vedere in queste manifestazioni, seratona di fiati, (strumenti musicali nè, perchè già scritto così si potrebbe interpretare mica tanto bene) dunque dicevo, fiati con arie non classiche, che va bè già sarebbe meglio, ma del risorgimento o giù di li.
    Nick già dorme sul divano, io dopo la spesa di SABATO all’esselunga sono distrutta, stasera dei fiati ne farei volentieri a meno, ma mi dispiace mandarcelo da solo, ma sai cosa ti dico che se non si sveglia io quasi, quasi faccio finta di essermelo dimenticata, so’ parecchio stronza lo so, lo so da me.
    Poi ti dirò, intanto tu riposa e io ti abbraccio
    Ciao bellezza
    Fourpi

  22. Mea culpa è stato bellissimo, ma anche di più.
    Ero prevenuta nella mia pigrizia, ma ho reagito e ci siaomo andati.
    “Concerto per l’anniversario dell’Unità d’Italia” e io nella mia dichiarata ignoranza manco mi ricordavo che da oggi sino al 22 marzo si celebrano infatti le Cinque Giornate di Milano, momento storico.
    Sul podio la Civica Orchestra di Fiati di Milano accompagnata nella prima parte dello spettacolo da una voce narrante che ricordava i momenti storici riferiti ai pezzi eseguiti.
    Bellissimo connubio, ma per la mia “limitatezza”, la musica ha preso il sopravvento.
    Tra flauti, oboe, clarinetti, saxofoni, fagotto, corni, trombe e cornette, tromboni, timpani, percussioni e la dolcezza dell’arpa, io ero dentro e catturata da queste melodie, volavo a ritmo affascinata e in pace.
    Sono stati bravissimi, ottima iniziativa, meglio di mille comizi, perchè la politica è cultura.
    Forse stai dormicchiando ancora, ma volevo renderti partecipe di questa cosa che ho vissuto sperando di non disturbarti troppo, ti abbraccio fortissimamente e ti mando un mega bacione con lo smack.
    Ciao Fourpi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...