tot

Sarò brevissima: dopo un mese e mezzo dall’ultimo controllo le metastasi al cervello sono cresciute e aumentate. Non sono tante e non sono enormi, ma il segnale è inequivocabile. Ogni tipo di pace è dimenticata, non si vive più alla giornata, ma minuto per minuto. Le
riflessioni che accompagnano questo ulteriore peggioramento non ho
grande voglia di condividerle al momento. Diciamo che, come spiegavo a lepi al telefono, io sopporto solo un certo tot di sofferenza, oltre il quale non je la posso fa, riprendo in mano il libro, o mi metto a dormire. Sarà un deficit di intelligenza o di sensibilità, non lo so, ma non riesco a stare male troppo a lungo. Per cui ora faremo quel che c’è da fare. E nel frattempo vado a dormire, ho poche ore per recuperare le forze azzerate da questo brutto weekend, prima che tornino Nina e Lilla da scuola. E di forza (e pazienza, e ottimismo, e speranza, e fiducia e allegria) ce ne vuole tanta per rispondere alle loro parole fragili e nude, che non posso curare, tra un gioco, un capriccio, una cena: “mamma non devi morire”.

Annunci

88 thoughts on “tot

  1. no, in questo momento non ci sono parole, ma a loro servono e serviranno in futuro. e tu lo sai, perchè sei una mamma attenta.
    Dalla mia posizione di mamma sana, posso suggerirti qualcosa? Anche se, vedendo quanto ami scrivere e come lo fai bene, forse ci avrai già pensato e provveduto.
    Tra una dormita e una lettura, scrivi per loro, raccontagli chi eri e chi sei, immagina le domande che potrebbero farti quando saranno grandi, prova a immaginare cosa vorrebbero sapere di te, cosa vorrebbero sapere su di loro che solo una mamma sa, cosa vorresti dire se fossi al loro fianco in occasioni speciali, scrivi per loro biglietti di auguri per compleanni, diplomi, ricorrenze e poi lascia tutto chiuso in una scatola. Potranno attingervi in ogni momento in cui ne avranno bisogno.
    Spero di non aver leso la tua sensibilità. è sempre difficile sapere cosa dire in questi casi.
    Ti abbraccio forte
    Carol

  2. Parole in effetti, no.
    Ho due bambini più o meno dell’età dei tuoi e capisco fin troppo bene.
    Ma tu sei per loro una base larga e calda, accogliente, e lo sarai sempre. E niente può scalfine questo piedistallo che tu, tra una dormita e l’altra, stai costruendo per loro.

  3. Ti leggo e mi manca il respiro…
    Non dovrebbe accadere e non riesco a farmene una ragione….
    E rendermi conto di quanto possa essere inutile commentare un tuo scritto di fronte all’immensità del tuo male mi fa male.
    Abbraccio te e abbraccio anche la vostra famiglia.
    L’unica cosa che mi viene da dirti è di passare ogni istante possibile con le tue figlie, scrivi per loro e per il loro futuro, lascia frammenti di te in ogni loro ricordo in maniera tale che saranno accompagnate da te quando ne avranno bisogno…
    E soprattutto spero spero spero che il tuo male ti dia un mare di tempo. Che non sarà mai sufficiente, ma che sia il più possibile.

  4. Va bene così, fai solo quello che ti senti di fare: leggi, riposa, parla alle tue bambine e non permettere che ti venga rubato un solo attimo di questo tempo prezioso. Ti abbraccio, come sempre, con tutto il mio affetto.

  5. Forza Wide.
    Non ti conosco di persona, ma mi dispiace di non esser capace di pregare. Lo farei con tutto il cuore oggi per te e per le tue bimbe. Ogni cosa che scrivo è inadeguata, la cancello e ricomincio, sono venti minuti che vado avanti così.
    Ma ti confesso che il consiglio di Carol mi sembra il più bello: io farei questo con le mie forze per le mie bimbe. Scriverei, parlarei, registrerei, fotograferei per ogni fase della loro vita, per le cose grandi ma anche per quelle piccole, darei loro più strumenti possibili per trovare tracce tue. Perchè ci sei ora e ci sarai sempre con loro. Perchè cercheranno le tue parole tante volte …ad età diverse e così le troveranno. Io lo farei comunque, anche se poi sarai tu stessa a consegnare loro il biglietto, il cd. E TI GIURO che lo auguro a te e a tutta la tua famiglia con tutto il cuore. Fafa

  6. Quanta forza che hai. Io non ne ho che un granello della tua. E non mi dire che non è vero. Non mi dire. Ti voglio bene, e anche a quelle nanozze benedette. Che altro vuoi che aggiunga?

  7. La voglia di dormire certe volte è l’ unica saggezza del nostro corpo e del nostro cervello, e meno male. Per il resto non ho parole, solo un abbraccio inutile, ma non meno sentito. e sinceramente con questo blog hai già scritto tutto quello di cui le tue figlie avranno bisogno, non certo adesso, ma da grandi.

  8. Ti seguo da tempo e da lontano e non passa giorno che il mio pensiero non ti raggiunga, anche se non ti conosco personalmente mi sei molto molto cara, ti sento vicina e a te mando i miei pensieri positivi per far si che ti arrivi un po di LUCE…Ti ammiro immensamente e sei preziosa per tutti noi. FORZA!!!! Ti siamo vicini!!

  9. Ti leggo in silenzio da un po’…ti mando un grande abbraccio e spero che nei tuoi sogni tu abbia una foltissima capigliatura, che almeno i sogni siano belli visto che la realtà a volte è piena di merda

  10. Tutto quello che puoi fare lo stai già facendo. Quello che scrivi, come lo scrivi, come vivi, quello che dici, quello che sei. Non devi fare altro. Le tue figlie diventeranno delle donne fantastiche e tu sarai sempre dentro di loro come sei ora dentro di loro e anche un po’ dentro di noi.
    Cacchio che rabbia, però, che ingiustizia (lo so che non lo dovrei dire. Però.)

  11. Un tot di sofferenza… Altro che “un tot”, tesoro, ne hai già sopportata talmente tanta!
    Dormi, leggi, annega negli occhi belli e nelle braccia morbide delle tue nane, fai tutto quello che può aiutarti a mettere da parte questo dolore, anche solo in parte, anche solo per un po’.
    Non so quanto i nostri pensieri pieni di affetto possono aiutarti, ma te ne mandiamo tanti, ogni giorno.

  12. Non è giusto per niente, io so che te sei una forza e che non è che manchi di intelligenza o di sensibilità ma solo che c’hai un coraggio incredibile, però non è giusto, per te per Nina per Lilla e per Obi, e io ti abbraccio ma vorrei poter fare molto di più. Però davvero, ti abbraccio con tanto tanto affetto.

  13. Non mi sembri proprio in deficit ne’ di intelligenza ne’ di sensibilità, e le tue nane ti assomigliano. Ti voglio bene cara amica, e i miei pensieri più belli e positivi sono tutti per te .

  14. Ti leggo sempre, ti penso spesso e, non trovando le parole, ti invio solo un grosso, grosso abbraccio. So che serve poco, ma te lo invio ugualmente.
    Dany50

  15. ti leggo da tanto e non ho mai commentato, mi sentivo inadeguata, mi dicevo che non avrei trovato il modo. proprio vero, non ho trovato il modo ma, semplicemente, voglio che tu sappia che ci sono, ti leggo, nel modo strano e sognante dei blog voglio bene a te, a tuo marito, alle tue figlie. tutto questo scorrere di sentimenti che squoti non andrà perduto mai, tutto questo affetto, volere il vostro bene. se le tue figlie legeranno, da grandi, allora che leggano anche questo, forse scritto non nel modo giusto, magari inadatta ma dal cuore, davvero.

  16. Ti leggo sempre ma non rispondo mai, spesso perchè non trovo le parole giuste, però vorrei comunque farti sapere che ti penso e prego per te.
    Monica.

  17. Ti penso ogni giorno Wide, e ogni giorno ti voglio un po’ più bene e vorrei che il mio bene avesse poteri curativi, ma non è così, sarebbe troppo semplice, però continuo a pensarti e a volerti bene.

  18. Tu sarai sempre presente da viva o dal cielo, ricordatelo. Non credere che tutto finirà e non temere il futuro. Spiega alle tue figlie, parlane, ma dopo aver trovato la tua serenità. L’importante è vivere al massimo come stai facendo la tua vita. Sei sempre stata fortissima e di esempio. Sono sicura che saprai affronatre nel modo migliore anche questa sensazione maledetta e cacciarla via lasciando il posto alla serenità. Un abbraccio enorme.
    White B.

  19. Un abbraccio a te e alla tua famiglia. Ho sempre una preghiera nel mio cuore per voi… Sono un papà e questa cosa che vi sta accadendo mi angoscia. L’idea di Carol non è male, se mi capitasse probabilmente farei qualcosa del genere: ma sicuramente ci hai già pensato.

  20. Stellina dolce, sei una madre e una moglie talmente attenta che stai facendo davvero l’impossibile per i tuoi cari. E sei una donna stupenda, che sa prendersi il tempo. Qualsiasi cosa tu faccia é e sarà sempre la migliore per tutti voi.

  21. Cara e bella Anna-Wide,che ne dici quando ti senti meno stanca e le nane sono a scuola, di mettere insieme i tuoi post e creare un libro,magari un ebook?Ho il privilegio di averti letto fin dall’inizio,e,come qualcuno ha gia’ scritto,sei riuscita a diventare una base bella calda non solo x le tue nane,ma anche per tutti noi che ti seguiamo e abbiamo sviluppato una comunicaz empatica con te,pur senza conoscerti.Come tutti gli altri,ti mando energia e pensieri positivi.MLaura da Arese

  22. Pingback: Dietro ogni lacrima c’è una vita meravigliosa « Cose da Blog

  23. Sì, qualunque cosa si dica è una banalità. Meglio il silenzio che ti è vicino e ti pensa sempre, piccola grande bambina tanto amata da tutti. Se il nostro affetto potesse…

  24. un pugno allo stomaco, questo tuo post. perché nonostante il dolore e la confusione del momento hai saputo scrivere parole limpide e bellissime, un regalo per chi ti legge, come sempre.
    sono certa che la vita meravigliosa che hai saputo costruire ti verrà in aiuto anche stavolta. non potresti fare di più di quello che già stai facendo per la tua famiglia, per le tue figlie, per il mondo intero, con il tuo spirito e le tue parole e la tua generosità.
    ti voglio bene e ti penso immensamente, con l’illusione che un po’ dei nostri pensieri arrivi fin lì.

  25. Ti leggo da tanto tempo: oggi ti scrivo perchè alle tue bimbe puoi lasciare scritto quante porte ha aperto questo tuo blog. Riposa ora e poi uscite a comprarvi un bel libro di favole, di quelle piene di principesse, bacchette magiche, ranocchi e castelli…

  26. Vorrei poterti dire parole che riuscissero a togliere anche solo una briciola dello smarrimento e della fatica che stai attraversando, ma non le trovo… Ti voglio bene e ti sono vicina abbracciandoti forte. Ti penso e prego per te e perchè tu possa vivere ogni istante intensamente, con il tuo compagno e per le tue bimbe.
    Patrizia VR

  27. Tu, cara Wide, sai cosa fare, lo farai come sempre al meglio, con la forza che mostri, una forza che va oltre la stanchezza comprensibile delle cure ininterrotte.
    C’è Obi, c’è Mr.Clint (spero abbia bene in mente come muoversi nonostante i segni di cui parli), ci siamo noi (per quello che vale) e ci sono le Nane che hanno ragione e continueranno ad averla.

    Un bacione e FORZA!!!
    Moreno

  28. un abbraccio tra gli abbracci insieme a tutti………
    e faccio coro insieme a Nina e Lilla…..
    stringo forte te ed Obi……
    e mi chiedo sempre,
    cosa posso fare?
    cosa?
    Darei me stesso, credimi, per
    potervi vedere felici e respirare una vita normale,
    ma credo che non possa fare altro che…….
    leggere un libro insieme a te…..
    Vi penso ogni giorno.
    Ti voglio bene.
    Vi voglio bene.

    A.

  29. Prego per te e le tue bimbe con tutta la forza e la fede che ho dentro di me…….ti stringo in un abbraccio caldo e luminoso!!!
    La dottoressaGio’

  30. Anna,Anna,Anna,Anna,Anna,Anna…
    Se potesse funzionare la favola di Rodari,”C’era due volte il barone Lamberto”…
    Vorrei esserti accanto,per sostenerti. Ti voglio un bene immenso. DanyG

  31. Cara Wide cara, ti voglio bene e ti stimo molto. La tua intelligenza e la tua sensibilità, te l’ho scritto altre volte, sono per me un dono. E provo una rabbia buia, un intollerabile senso di ingiustizia per quello che devi sopportare. So che farai quello che devi fare, e recupererai un po’ di fiducia. Ne sono sicura. Minuto dopo minuto, come i passi del montanaro, lenti ma uno dopo l’altro, senza fermarsi e respirando a fondo. Rossella

  32. questa poesia di Tagore mi fa pensare tantissimo a te… ti voglio bene. serena

    Non prego di essere
    esente dai pericoli
    ma di essere
    senza paura nell’affrontarli.
    Non chiedo che
    il mio dolore sia alleviato
    ma chiedo al cuore
    di affrontarlo.

    Non cerco alleati
    sul campo di battaglia nella vita
    ma cerco la mia forza.
    Non imploro con ansiosa paura
    di essere salvato
    ma spero di avere la pazienza
    per conquistare la mia libertà.

  33. Non ho mai commentato prima, ma ora vorrei restituire almeno un po’ di quel tanto che mi hai dato. Spero che ti arrivi la buona intenzione, la commozione.
    Ho due nane anch’ io. E per loro cercherei un aiuto capace di spiegare e ascoltare, di accompagnarle prima, durante e dopo. Gli si sta aprendo una voragine davanti, serve un ponte per attraversarla in sicurezza; e un aiuto – professionale – può alleviare i giorni a tutti e quattro voi.
    Scusa se mi sono permessa. Vedrai,in ogni caso le tue ragazze se la caveranno; un giorno alla volta, la vita se le riprenderà.

  34. Cara Wide,
    non riesco a scrivere ciò che ho provato leggendo il tuo post!
    Ti lascio un abbraccio e credi, anche se non ti conosco personalmente, ti voglio bene!
    Claudia

  35. E’la prima volta che trovo il coraggio di commentare anche se da un anno ti visito tutti i giorni. Sono una mamma di una bimba di 15 mesi e posso immaginare il dolore, l’angoscia e la preoccupazione che hai nel cuore.
    Conosco pure la rabbia e l’impotenza che porta il cancro; come devasta le persone e le famiglie.
    Noi combattiamo da due anni per mamma, adenocarcinoma polmonare al iv stadio.
    Che dire?
    So che non e’ nulla ma ho un pensiero per te ogni santo giorno…
    Ti abbraccio
    Fabiana

  36. …..mi trovo più o meno nelle tue condizioni, ho un marito e due figlie più o meno dell’età delle tue nane…..ho molto meno forza di te (non ti conosco ma leggendo quello che scrivi…..) e tanta paura e non sai quanto posso capire tutto quello che stai passando…
    Ti voglio bene amica mia

  37. Che dire…a che servirebbero le parole? A niente. Ma le parole sono tra le poche cose che abbiamo, quindi le uso anche se non servono. Io penso tu sia una madre straordinaria e che le tue bimbe non possono che essere figlie di tale madre. Io penso che tu non abbia alcun deficit di intelligenza o di sensibilità, anzi, sei più che dotata in ambo i sensi. Io penso che se ora hai bisogno di leggere e dormire, devi leggere e dormire. Io penso che è giusto che tu ti disconetta dall’universo intero, se ne hai bisogno, per trovare la concentrazione e la forza per rispondere alle tue bambole. Io penso che il tuo “tot” sia stato abbondantemente raggiunto e quindi qualsiasi cosa tu pensi di dover fare, è giusta. E, per quel che serve, tu mi piaci sempre un sacco…

  38. Nono so che dire ogni parola sembra superflua io non ti conosco ma ogni sera prego per te, per la tua famiglia, spero ci sia una strada da seguire, un altra terapia…………………………magari………………….un abbraccio!

  39. Ti leggo da un po’, coinvolta e ammirata e commossa dalla potenza delle tue parole…non parlo mai perchè è tutto talmente grande e serio da lasciare senza parole, ma con grandi riflessioni. Susciti in me un’empatia e una commozione vere e profonde.
    Ti abbraccio forte, da donna, da mamma e da medico.
    Lucia

  40. Che mamma eccezionale che hanno le tue bimbe. E la mamma e’ sempre con noi, dovunque siamo, qualunque cosa facciamo. Sempre. Semplicemente non ‘e possibile che vada via.

  41. Questo “tot” mi ha lasciato senza parole, con pensieri, tanta emozione che non riesco a tirar fuori.
    Hai dato, hai fatto, hai subito, a volte non sei stata capita come avresti voluto, ma hai sempre cercato di capire tu, ti sei reinventata il modo di affrontare mille ostacoli, ti sei accontentata di gestire al meglio gli errori altrui sapendo che intanto non serviva molto inveire contro a chi aveva sbagliato, ti sei concentrata al massimo sugli affetti più veri e più cari. Hai sopportato l’incicciolamento, hai faticato mentalmente tanto, tantissimo e adesso quel “tot” di merda è ingiusto.
    Fourpi

  42. E vorrei tanto, vorrei tanto dare la mia inutile e stupida vita a te, che ne avresti così diritto e che sapresti rendere bello e speciale ogni istante..

  43. non riesco ad andarmene da qui, e non riesco a scrivere qualcosa di decente, non riesco nemmeno ad immaginare cosa possa voler dire, non ieri, non domani, ma il tuo oggi, con quelle parole fragili e quelle domande leggere nella testa e nelle orecchie. se fosse utile ti direi ci sono, ci saro’, per tutti, per tutto, ma non riesco ad immaginarmi niente che ti sia utile al momento se non quello che fai te per te stessa. il resto non conta. e la certezza che non ci sia niente di giusto in tutto questo fa vacillare ogni senso di questa vita. ciao wide, ti abbraccio e se potessi ti solleverei e porterei per il mondo e per i tempi, al giorno dei diplomi, delle prima cotte e dei matrimoni, se potessi.

  44. non ti conosco di persona ma ti penso tanto e ti abbraccio. anche il mio bibo si è diplomato alla scuola materna e a settembre comincerà la scuola. leggerti è una delle cose più belle che mi sono capitate in questo ultimo anno

  45. è naturale nella vita vedere un genitore morire…è innaturale nella vita vedere un figlio morire…ma adesso ancora NON DEVI MORIRE cara mamma Wide non devi nemmeno pensare che questo potrà accadere almeno fino alla maggiore età delle tue nane! quando mi sono ammalata io non ho chiesto a Dio di salvarmi ho solo chiesto del tempo…un tempo necessario che mi servirà per crescere i miei cuccioli….
    Ti voglio bene, ti leggo, capisco le tue paure, conosco i tuoi pensieri…so che non ti arrenderai!

  46. Cara Wide, vorrei prendere su di me le tue cellule “impazzite” , davvero, e farti vivere la tua vita, almeno la tua, serenamente. Io non ho un amore, non ho figli, non ho più sogni…..eppure apparentemente sono sana. Ti dico questo con il cuore perchè io di sano non credo di avere poi tanto dato che ho perso le cose più preziose: la fiducia nel futuro e la gioia di vivere….. Purtroppo però questi “baratti” a quanto pare non si possono fare!
    Cosa aggiungere…..nulla se non grazie per ciò che condividi con gli altri!

  47. Vero, siamo in due a volerci prendere le tue cellule, a proporre questo baratto…..lascerei solo due gatti io, per il resto solo amarezze delusioni e solitudine. Non si dovrebbero scrivere queste cose perche’ so che la vita e’ preziosa, ma mentre ti leggevo l’ho pensato e per assurdo anonimo mi ha preceduta. Un caro abbraccio a te e anche ad anonimo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...