Di rese e diplomi

Forse il mio tot ha comunicato una sensazione di resa che invece è erronea. E non ve lo sto a scrivere perché mi preoccupo che vi preoccupate, ma perché sinceramente, il fatto che la malattia peggiori è appunto un fatto, e trovo sia un santo bene che le bimbe ne prendano consapevolezza da bimbe come sono (ovvero, un momento è “mamma non devi morire”, il momento dopo è “mamma ho fatto la cacca”). Non c’è niente di ingiusto nella mia vita, io non la vedo così. Non la sento così.
I vostri commenti mi hanno fatto un gran bene e vi ringrazio di cuore, ma di giorni buoni ce ne sono ancora molti e non ho intenzione di passarne nemmeno uno a tirarmi la rogna addosso, anche se ogni tanto piango, ho paura e sono tanto stanca. E per fortuna posso farlo anche qui.
Stamattina Lilla si è “diplomata” dalla scuola materna, amore di mamma, il prossimo obiettivo è accompagnarla in scuola elementare a settembre. Ma ancora prima, il prossimo obiettivo è andarle a prendere e stare insieme in giardino al caldo che arriva, oggi pomeriggio. Fare insieme una merenda speciale.
Provate a convincermi che non sono fortunata.

Annunci

65 thoughts on “Di rese e diplomi

  1. Brava Wide ! La prima grande, immensa fortuna che hai è essere come sei.
    Buon caldo pomeriggio di sole…strapazzatevi di coccole !
    Un abbraccio

  2. Brava ragazza mia! Forza che arriva l’estate…ne abbiamo tutti tanto bisogno.
    Congratulazioni alla neo diplomata,amore della sua mamma.
    PaT che c’e’ sempre anche quando non c’e’.

  3. Deh (perdona il dialetto, ma non ce la faccio a farne a meno in questo preciso istante), lo vedi che io non avevo capito nulla e che facevo la vecchiaccia malmostosa che sono in questo periodo piagnucolando “non è giusto”? Te invece lo sai, capisci tutto e sei giovane bella e baldanzosa e ti aspetta un pomeriggio in giardino con il sole e una merenda di cui sento il sapore se chiudo gli occhi (d’altra parte è mezzogiorno e mezzo). Deh (ripeto) da lontano, e avendoti visto solo su Vanity, io ti voglio proprio bene, il pensiero del tuo giardino oggi farà bene anche a me!

  4. Sei una mamma straordinaria e una donna forte, sei tu che dai forza alle tue bimbe e questo ti rende veramente speciale, ora preparati ad uscire con le tue bimbe sotto il caldo sole, rendi anche questa giornata speciale per te e le tue bimbe.
    Un abbraccio Patrizia.

  5. Fortunatissima.. io vorrei tanto avere un bimbo e il mio compagno non vuole.. ti giuro.. NONOSTANTE TUTTO, per le tue bimbe, per la merenda, per il caldo del giardino, per la VITA che hai dato loro, per la FAMIGLIA che hai.. ti trovo.. FORTUNATA.

    Certo.. potevi esserlo ancora di più è vero.. ma un detto dice “non si può volere tutto dalla vita”.. per cui ciò che hai continua a godertelo come puoi..
    Spero di non averti offeso con le mie parole e se l’ho fatto ti chiedo scusa perchè non era nelle mie intenzioni..

    Valentina, una tua ammiratrice che tifa per te ogni giorno.

  6. Buona giornata Wide mi è piaciuto molto il post di oggi. Quello dell’altro giorno mi ha fatto pensare a quel senso oliquo e sbilenco che ho io per la malattia: un giorno mi sento alle stelle il giorno dopo ritorno “alle stalle”. I nostro sfoghi attirano la preoccupazione di ci ci vuol bene, è normale. Nelle nostre storie non si misurano sul metro del giusto od ingiusto: si cerca di vivere come si può.
    Ti voglio bene, Laura.

  7. Fortunata si, perché sai riconoscere la felicità la’ dove si nasconde … anche in giardino 🙂

    Ti voglio un mare di bene, strucca le bimbe da parte mia (“strucca” deve essere l’equivalente in “fiumano” di spupazza, me lo diceva sempre la mia zia adorata con le braccia tese verso di me “vieni qui che ti strucco”… allora strucchiamoci tutti per bene, che male non puo’ fare!

  8. Non ho mai percepito una resa da parte tua (tu stessa hai sempre detto che quella col cancro non è una guerra), solo un po’ di legittima stanchezza e quindi io vorrei solo prendermi un po’ della tua stanchezza e portartela via… Buona merenda e meravigliosa Winx Lilla!!!Meravigliose figliette che hai! Ti voglio bene e ti auguro che ogni tuo desiderio si avveri

  9. .certo che sei fortunata: almeno a casa Tua un diploma è arrivato….mio figlio, 5^ ragioneria, da venerdì non frequenta più, perchè comunque non sarebbe stato ammesso alla maturità (sì, sì, 5^)….il discorso, in realtà, sarebbe più lungo e complesso….e capisco quali sono e saranno i commenti:me ne sono già sentita d’ogni…..

    Congratulazione alla Tua Nanetta e buona merenda: godetevi questa bellissima giornata…..e quella di domani e tutte quelle a venire…..un abbraccio cara

  10. Sei una donna meravigliosa, in tutti i sensi.
    E io continuo a pensarti sempre, forte e tanto, e a considerarmi a mia volta fortunata perché leggerti e conoscerti (anche se solo virtualmente) è un dono prezioso.
    Un abbraccio a tutte voi belle ragazze in giardino,chissà che buona la vostra merenda 🙂

    Eleonora da Torino

  11. Fortunata? Si’… perchè sei come sei. E immaginarti immersa nelle tue figlie, in giardino, fa bene anche a me. Un abbraccio… cosa darei per poterti portare la torta tenerina (tipica ferrarese)… Ci sarà tempo.

  12. Si è fortunati per ogni giorno che abbiamo e che ci viene concesso… perchè, anche se lo dimentichiamo sempre, anche noi “sani” non sappiamo se saremo qua domani. E anche io cerco di godermi ogni istante con i miei figli, e mio marito, e cerco di assaporare ogni giorno sentendomi fortunata di poterlo fare.
    E tu sei fortunata davvero, perchè oltre alla tua famiglia, hai saputo costruire intorno a te una cerchia di persone che ti pensano, ti stimano, pregano per te, e hanno paura per te. E non è poco.
    Non ho mai scritto, ma ti leggo da un po’, ti porto spesso nelle mie preghiere e nei miei pensieri e sono contenta di saperti sorridente nel tuo giardino, oggi pomeriggio.
    Rob

  13. E chi aveva mai pensato ad una tua resa, piccola mia? Ci sono momenti di debolezza che noi guardiamo, sapendo che passeranno ( e con il terremoto, qui, sai che debolezza di paura…) E ti aspettiamo, lucida e forte, che guardi negli occhi i ” fatti” come li chiami tu. I fatti continuano, belli e brutti e quelli belli hanno bisogno di te che li conduci e li organizzi. La prima elementare, dopo il diploma della scuola materna è un bel passo. Quindi, ragazza mia, guardare avanti chè davvero nessuno sa cosa ci sia dietro l’ angolo. Per nessuno. Un abbraccio.

  14. Vuoi sapere quanto ho sentito il tuo essere tanto fortunata? Mi sono commossa per me stavolta, perchè io con tutta probabilità non vivrò mai quello scorcio di vita che hai descritto tu, non avrò mai la fortuna di vedere frugolette mie scorrazzare in un giardino in un pomeriggio di inizio estate…non avrò mai la fortuna di vedere il frutto dell’amore della mia vita…

  15. Che bella ventata di leggerezza questo post! Fortunata sì, perchè saper cogliere la vita come tu fai è un grande dono…E fortunate noi che ci arricchiamo di ciò che ci “doni” con le tue lezioni di vita! Goditi la promozione di Lilla, goditi il sole e il caldo e…una buona merenda! 🙂
    Ti abbraccio forte
    Patrizia VR

  16. Buona merenda grande donna e sai cosa ti dico che non so quando, ma appena faccio un salto a Roma e lo faccio, (mio figlio mi ha regalato a natale un “week-end di charme” per una città a mia scelta) e io ho pensato a Roma, perchè non la conosco gran che, e due o tre cose vorrei proprio vederle. In quell’occasione penso che verrò a bere volentieri un caffè nel tuo magico giardino.
    Deve essere proprio magico, perchè oggi mi ha dato una sferzata fresca, con tanto profumo di buone cose.
    Ti abbraccio
    Fourpi

  17. Ciao Anna sono contenta di aver letto il tuo nuovo post e ti dirò che nemmeno quello dell’altro giorno mi sembrava una resa, anzi una presa di coscienza dell’attuale tuo stato. le piccole vivono un po’ le nostre tensioni colgono tutto e rielaborano tutto, ma la tua vitalità fa sì che dopo un pensiero trieste per loro ne arrivi subito uno positivo e così contagiano anche te e da loro tu sicuramente trai quella voglia di vivere, e questo è un bene. ma lo sai che tutto quello che tu racconti in fondo è la chiave di lettura per vivere bene. godere appieno delle occasioni che ci vengono date, visto che nessuno di noi può dire ma si io ho tempo. no il tempo è oggi per tutti gli esseri viventi tesoro. Sei davvero fortunata e io ne sono felice. Un abbraccio Raffaella

  18. che bello saperti felice nel tuo cortile assolato con la tua bambina neo-diplomata in una giornata luminosa che per me ha avuto ben poco di luminoso, e con mille manovre sono riuscita pure a non andare a ritirare gli esami del sangue.
    leggerti mi fa sempre sentire meno sola.

  19. Non ci provo nemmeno. Probabilmente mi ripeto, perchè sto scrivendo di getto e non ho letto i commenti prima del mio, ma te lo voglio proprio dire che sei una donna straordinaria. So che non ami i complimenti, ma questo qui viene proprio dal cuore.
    Raffa

  20. Passo spesso a leggerti, infondi una grande voglia di vivere, mi sento molto in sintonia con le cose che dici. Pochi giorni fa una mia amica mi ha detto che le hanno diagnosticato un tumore al seno, si dovrà operare, fare la chemio. Sono preoccupata per lei e francamente non so bene come aiutarla. Temo di finire per dirle una delle tante sciocchezze che Anna Lisa aveva messo nel decalogo delle cose da non dire…Mi sembra che la tua situazione sia molto diversa da quella di Anna, non puoi smettere di lottare, in settembre sceglierai un bellssimo zaino di Hello Kitty per la tua bimba. Ciao

  21. Ciao Wide….. tu non mi conosci ed io non ti conosco….ma ti leggo da un po’.
    Che tu ci creda o no sappi che ti voglio bene.
    Resisti !!!

  22. Ora lo scrivo: ci sono stati alcuni commenti nel precedente post che mi avevano dato fastidio perché sapevano di coccodrillo e i coccodrilli in questo blog non s’intonano (neppure firmati Lacoste).

    Un superbacione 🙂

    Moreno

  23. Ma certo Wide, oggi sei fortunata, oggi con le tue bimbe al sole. E goditeli questi momenti mannaggia! Fammi un pò pensare che magari mi viene in mente qualcosa ….. e non per il palato!!!! simonetta

  24. Ellallà! E’una bambina grande, ora! Forza, avanti, confessa: quanto hai fatto la ruota come i pavoni da 1 a 10 quando l’hai vista?! 🙂 Quando Nipotonzolo Numero Due raggiunse questo traguardo, mi resi conto che era sufficientemente grande per avere il sacro talismano dello studente: le mutande portafortuna. Gli comprai un paio di boxer (sic!) con matite, penne e gomme da cancellare disegnate. Quando doveva fare qualcosa di importante, le metteva sempre! Ora è cresciuto e gli vanno strette, ma non ci rinuncia, piuttosto trattiene il respiro tutto il giorno ma le deve mettere! Un bacio Wide, e congratulazioni alla diplomata!

  25. Le tue parole mi fanno tornare alla mente un bellissimo giardino, con tante cose buone e sane preparate da Wide, un gruppo di donne con tanta voglia di stare insieme, di raccontare e raccontarsi. Ecco, il ricoro mi rende piú serena, e mi fa dimenticare per un istante l’angoscia per la mia terra. Grazie bimba. Milva

  26. Sono sollevata wide, goditi il sole, la merenda e le tue splendide figlie.
    Scusaci se ogni tanto la prendiamo male…ma ti vogliamo bene e ci preoccupiamo!!

  27. Pingback: Sarò mica un pochino volubile? « apinaperniciosa

  28. Fortunata? No.
    La fortuna è quando una cosa buona ti piove miracolosamente dal cielo, ma tu le cose buone della tua vita te le sei guadagnate tutte, una per una, te le sei costruite con passione e con amore.
    Le tue nane meravigliose, la merenda in giardino e ogni altro sorriso che colora le tue giornate sono solo una piccola parte di tutto il buono che meriteresti di ricevere per quanto hai dato e continui a dare.

  29. Io credo che le persone che, come te, sanno infondere negli altri e perfino negli sconosciuti sentimenti tanto belli e sinceri non possono poi non approfittare di tutte le energie positive che gli altri rimandano indietro. Tutte ti vogliamo bene, tutte pensiamo a te come energia e vita. Con affetto Elisabetta

  30. pensavo… fra me e me visto che questo è l’orario in cui più ti penso e non posso chiamarti (forse neanche lasciarti un sms che se no col tuo sonno leggero)… ma che ne dici se domani venissi da te nel pomeriggio e facessimo il cambio di stagione. io piego i panni. come sai sono parecchio brava! lepi ps dubbio: lo leggono tutti questo commento?

  31. Sei veramente una grande donna, una grande persona, una grande mamma. Un coraggio e una forza incommensurabili. Orgogliosa di conoscerti, anche se solo via blog.
    Ti abbraccio, Alessandra.

  32. Grazie. Grazie. Non ho altre parole, solo qualche lacrima di commozione e ammirazione, perchè sei proprio una mamma speciale, vorrei imparare da te come si fa. Ti abbraccio forte, un bacione alle bimbe 🙂

  33. Bello leggerti così… Bello leggerti sempre, anche nei momenti “ad alto grado di tossicità” come dici tu. Lo dico io che sei una meraviglia!!! Ti abbraccio. Nicla

  34. Ciao belliZZima donna vado via qualche giorno a sistemare un po’ di cose nella lontana Sicilia, ma torno presto a risentirci nel frattempo il solito mega bacione con abbraccio incorporato
    Fourpi

  35. Congratulazioni alla futura ‘remigina’!! Questo diploma merita adeguati festeggiamenti (e poi, via, con un po’ di sano consumismo in vista della prima elementare… 😉 )
    Un abbraccio a tutti voi

  36. ho dovuto riflettere un bel po prima di risponderti perchè mi lasci semppre spiazzata… mi vengono in mente le parole di anna lisa quando diceva che se nel grande dolore ci può essereanche solo un istante di felicità perchè non goderselo? io che in questi giorni sono piegata in due dalla colite spastica e dico…ma che cavolo…che ragazza drammatica! è inutile…CERTE PERSONE LA DIGNITA’ E LA CONSAPEVOLEZZA DELLA VITA CE L’HANNO NEL SANGUE..TU SEI IL PRIMO MOTIVO PER CUI QUì UN SACCO DI GENTE LA MATTINA PRESTO ACCENDE IL PC PER VEDERE SE WIDE CI HA SCRITTO QUALCOSA….e scusa se è poco. ti abbraccio.

  37. “Anna bell’Anna il cuore che batte lo butta in mare a fare corallo,corallo rosso come la fiamma perchè nessuno possa rubarlo….”
    Ma lo senti quanto tutti noi ti vogliamo bene, donna straordinaria?
    Con le lacrime agli occhi, ti mando un abbraccio grande, grande, grande.
    Uvetta

  38. Sei veramente fortunata Wide, la gioia della maternità non è una cosa data a tutte, come l’amore di un uomo al proprio fianco. Non per ultimo la capacità di assaporare e vivere appieno i sentimenti della propria vita!
    Dony

  39. “Il guerriero della luce crede. Proprio come credono i bambini.
    Poiché crede nei miracoli, i miracoli cominciano ad accadere. Poiché ha la certezza che il proprio pensiero possa cambiargli la vita, la sua vita comincia a cambiare. Poiché è certo che incontrerà l’amore, l’amore compare.
    Di tanto in tanto, è deluso. Talvolta, viene ferito
    E allora sente i commenti: “com’è ingenuo!”
    Ma il guerriero sa che il prezzo vale. Per ogni sconfitta, ha due conquiste a suo favore.
    Tutti coloro che credono lo sanno.”
    …grazie di esistere, per quello che sei, che fai e che racconti di te…
    ti sono vicina con le mie preghiere e il mio pensiero,
    un abbraccio,
    Silvana

  40. Scusami, ero appena entrata e mi sono allontanata subito. Ho avuto mio figlio in TSO per una brutta crisi. Ora siamo in cerca di struttura post, ma niente all’orizzonte per ora. Chi ha un destino difficile è già fortunato, forse più di chi vive sul velluto, ad accorgersi delle piccole vere preziose impagabili cose che sono senso e gioia di vivere. Ieri sera mi sono sciolta nella pace fatta solo di un bel venticello che mi portava il profumo delle rose che, cavandosela da sole, sono fiorite sul balcone. Pregando che al più presto anche mio figlio, che al momento in reparto per ovvie ragioni ha le finestre sigillate, possa sentire l’aria sulla pelle.
    Le parole del diario di Etty Hillesum sanno spiegare meglio:

    “La vita e la morte, il dolore e la gioia e persecuzioni, le vesciche ai piedi e il gelsomino dietro la casa, le innumerevoli atrocità, tutto, tutto è in me come un unico, potente insieme e come tale lo accetto e comincio a capirlo sempre meglio”

    Con un abbraccio ti saluto. Anna Maria

  41. Una carezza, donna e mamma speciale. Cos’altro potrei dirti? Che vorrei un giorno di svegliassi e potessi scoprire che è stato solo un brutto,,. terribile incubo tutto quello che stai soffrendo. Non ho parole che leniscano né riesco a darmi un significato a tanto dolore. Ti stringo.
    Paola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...