Mi riprendo il mio corpo

Non è lontanamente attraente, non solo per i venti chili in più, ma anche perché sono venti chili di gonfiori, strani bozzi, pelatitudine, macchie varie e moscerie di cui abbiamo già detto. Lo vedo come mi guardano le persone e pure il povero Obi, non è che non lo so, che non lo vedo. Ma nelle ultime settimane mi ha sorpreso, ha bussato alla mia anima e ci siamo guardati in faccia.
E ho capito una cosa: non me ne frega veramente niente di essere un cesso. Ma proprio niente. Mi sono guardata in costume, mi sono fatta qualche bagno in piscina, con e senza turbanti. Ho visto tante persone guardarmi imbarazzate e a mia volta ho guardato loro. Ce n’è un sacco di gente che è nata brutta. E ce n’è tanta che sarebbe bellissima se lo sapesse. Io per esempio, mi sono sentita inadeguata per una vita e invece ero cosí carina. Che cretina, no?
Ma anche questo non importa.
Mi riprendo il mio corpo.
Me lo riprendo e lo celebro ancora e lo ringrazio perché è straordinario che nonostante il numero e la frequenza e la terribile tossicità delle terapie che faccio ininterrottamente da quasi 5 anni, io questa estate possa comunque occuparmi di me e dei miei, posso camminare, anche se lenta, possa andarmene in vacanza, possa infilarmi un 2 pezzi rosa nuovo nuovo e fottermene di sembrare il maiale spelacchiato che sono.
Perché questo corpo è santo.
È malato, affaticato, provato.
Ma è santo.
E io me lo riprendo perché è il piú bello che c’è!

Annunci

64 thoughts on “Mi riprendo il mio corpo

  1. appena letto il tuo commento…
    mi hai fatto piangere a dirotto..
    anch’io ho passato una vita a maltrattare e odiare il mio corpo perchè non era magro abbastanza…e adesso che guardo le mie foto di com’ero, mi chiedo che cosa mi frullasse in testa in quel momento…
    anch’io ho preso 20 chili da quando è cominciata la mia odissea l’anno scorso, e quest’anno mi si è deformato non solo il corpo ma anche il viso..mi è venuto il doppio mento e due guance che ci si può fare tranquillamente mezzo kilo di pancetta….
    mi vergogno ad andare in giro, perchè mi sento addosso gli sguardi della gente…ma prenderò il tuo post ad esempio..
    alla fine, questo corpo che tanto schifiamo, ci permette ancora di godere delle piccole cose della vita, di assaporare quelle piccole gioie per le quali combattiamo tanto strenuamente..
    quindi, si , è brutto, è grasso, è moscio, non è desiderabile, non è quello di una volta, ma cavolo è lui, combatte insieme a me, subisce e ancora tiene duro…
    alla faccia di chi ci guarda strane!
    non ci dobbiamo impedire di godere delle nostre piccole conquiste quotidiane, solo perchè ci vergogniamo di quello che il nostro corpo è diventato..al contrario, dobbiamo amarlo perchè è lui che ci permette di andare avanti..
    ti abbraccio forte e coraggio!

  2. Quel corpo appartiene alla persona più meravigliosa che si possa immaginare e io sono assolutamente certa che riconoscerei sempre e comunque le perle del tuo sorriso, le gemme d’acquamarina dei tuoi occhi e, soprattutto, il diamante luminoso del tuo cuore.
    Sei sempre tu, anche sotto la pelata, anche con questa “imbottitura” non richiesta.
    Ci saranno tanti sguardi, sicuramente il mio, che si poseranno sul tuo corpo alterato dalle cure non con imbarazzo, ma con rispetto, partecipazione e solidarietà.

  3. anche io ho un nuovo due pezzi rosa fucsia con i lustrini sul reggiseno che risulta sbilenco visto la mancanza di un pezzo ditetta.
    e con quel due pezzi sono bellissima, specialmente adesso che sono rosso porcellino da latte, quasi pendant con il colore del costume…che spettacolo siamo!!!!!!!!!!

  4. che palla pero’ spogliarsi al mare, senza neanche le luci soffuse,ma perche’ non si puo’ tenere addosso quello che si vuole , per carita’ poi tutti ti chiedono perche’ non ti spogli, poi magari diventi proprio come quelle che ti squadrano ,perche’ vai alla ricerca di una che ti sembra peggio di te , e li ti senti meglio………………….tentero’ anch’io di volermi piu’ bene, perche’ hai ragione , w il rosa !

  5. Anche io avrei voluto essere lì in piscina a sorriderti e a fare un bagno con te, luminosa Wide.
    Il solito affettuoso abbraccio,
    Eleonora da Torino

  6. “Ho imparato che un uomo ha il diritto di guardare dall’alto in basso un altro uomo solo per aiutarlo a rimettersi in piedi” Gabriel Garcìa Màrquez
    In bocca al lupo per tutto e per il tuo futuro, che è sicuramente il posto più bello dove passerai il resto della tua vita (è una citazione pure questa ma chissenefrega…)

  7. “Ce n’è un sacco di gente che è nata brutta” ti cito Wide. Ci sono tante persone esteriormente belle (anche se poi è un concetto relativo la bellezza va con le mode, epoche e stagioni etc etc) ma quando si conosce bene ti fa ribrezzo, rabbrividire.
    La miseria ineriore è la peggiore sventura che può capitare.
    Non è banalità ma la bellezza interiore non è un luogo comune: la ricchezza interiore ti fa splendere di luce propria come il sole, come una stella.
    Un grande abbraccio, Laura.

  8. Sappi che pubblicherò questo post sul mio blog, per tenerlo lì come una preghiera. Come una medicina. Oh tu si’ che sai come toccare le corde della mia povera stupida anima. Ti abbraccio che piu’ forte non si puo’

  9. Ho commentato da poco con le parole che mi sono venute spontanee, ma sto continuando a riflettere sulle tue. Su quanto, indipendentemente dal bello/brutto-dentro/fuori, che credo siano questioni che hai di gran lunga superato, tu stia facendo un percorso di pazienza, saggezza, sofferenza e fatica che solo tu puoi davvero conoscere, attraverso il quale stai imparando l’amore, per te e per tutto e tutti. L’amore e la gioia, che riesci a vivere autenticamente, giorno per giorno, bevendo come un nettare prezioso ogni momento. Sei bravissima ad esprimere e regalare a tutti il tuo tesoro interiore. Ti sono, come penso tutti, molto riconoscente e voglio ricambiarti mandandoti i pensieri migliori. Anna Maria

  10. no, cara e sconosciuta (se non per i tuoi magnifici post) wide, non lasciarti influenzare dai media. il tuo corpo è una macchina meravigliosa che ha messo al mondo le tue figlie, ha amato tuo marito, ha contenuto dentro di sé _the best mind of my generation_ (cit. da allen ginsberg, “howl”): ha fatto tutte queste cose, e altre ancora, e continuerà a farne: sempre diverse, sempre più profonde, sempre più belle. perché non conta quanto sei bella in costume da bagno, ma quanto sai fare commuovere le persone che ti stanno intorno e leggono i tuoi post.
    ognuno sta solo
    sul cuor della terra
    trafitto da un raggio di luce
    ed è subito sera
    (cito a memoria, perdonami se qualche parola è sbagliata)
    quello che conta è quanto è luminoso quel raggio di luce, quanto può far cambiare gli altri.
    sai cosa ti dico? che da quando ti leggo, sono una persona migliore, e ti ringrazio per questo. ti abbraccio forte forte

  11. Io, come mia madre del resto, sono una che non guarda la gente, la squadra. E me ne dispiaccio perchè la mia non è curiosità fine a se stessa, sono affascinata dal fatto che “ogni persona ha la sua storia”. Però capisco che non è piacevole essere fissati infatti cerco di controllarmi. Qualche settimana fa ero con la mamma in un negozio di Intimo e c’era una donna, avrà avuto meno di quarant’anni, con il turbante, le sopracciglia disegnate, truccata, abbronzata, sicuramente gonfia da cortisone (c’ho l’occhio clinico io). Ed era bellissima. La più bella del negozio e sai perchè? Perchè era fiera di comprarsi le sue canottiere e i suoi reggiseni e io lo so, forse l’ho fissata un po’ troppo ma era davvero bella, di una bellezza magnetica, viva, forte. Adesso ti immagino proprio così. Un abbraccio meravigliosa Wide

  12. E fai bene a celebrarlo il tuo corpo, e celebra pure la tua anima, il tuo cuore, il tuo cervello irradiato. Più che santo io lo definirei sacro, e vorrei celebrarlo con te. Ti voglio bene, buona vacanza

  13. Ottima lezione di autostima…! Concordo con Giorgia: il tuo corpo è sacro e come tale prezioso. Grazie Wide! Bacio e buona vacanza! 😉
    Parizia VR

  14. B R A V A ! ! !
    Ama il tuo corpo, esponilo, curalo, sfoggialo, bagnalo, abbraccialo, coccolalo, non vergorgnartene mai.
    E insegnaci.

    Cerca di stare bene.
    Gio

  15. Beh, di solito quando una è brutta, almeno, si riconosce. Le ragazzine belline invece si truccano e si vestono in modo che per riconoscerle devi aver lavorato 30 anni nella digos…

  16. Io sono una lettrice molto attenta….meno di due mesi fa, scrivevi che no, non e’ vero che sei bella dentro, perché eri arrabbiata e stavi male per i peli di troppo, il gonfiore, etc.
    Ora, con quello che hai appena scritto, te lo possiamo finalmente dire che sei una persona MERAVIGLIOSA? 😉 e la cosa più bella e’ che sei in continua evoluzione: guarda quanto sei “cresciuta” in due mesi, e pensare che eri gia’ GRANDISSIMA prima! sei incredibile wide, ti voglio bene e ti ho eletta a mia maestra zen. 😀 un bacio immenso!

  17. BRAVISSIMISSIMA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!sEI bELLISSIMA PERCHè AMARSI E STIMARSI è IL PRIMO COMANDAMENTO.. SEI MERAVIGLIOSA PERCHè NON AMI SOLO TE STESSA, MA AMI. iL CORPO è SENZALTRO IMPORTANTE, MA NON è LA PRIMA COSA CHE RIMANE IMPRESSA NEI RICORDI DI CHI ABBIAMO INCONTRATO. dI NOI RESTA IL SORRISO,, IL GESTO GENTILE, L’ACCOGLIENZA, LA BATTUTA IRONICA INSOMMA TUTTE QULLE EMOZIONI CHE NOI SAPPIAMO TRASMETTRE. e ALLORA EVVIVA IL TUO DUE PEZZI ROSA FUCSIA GODITI TUTTO QUELLO CHE C’è DI BELLO E CHE LA VITA TI OFFRE. INTORNO ATE NON CI SONO SOLO SGUARDI IMBARAZZATI DI PERSONE PICCOLE PICCOLE, MA SOPRATTUTTO HAI TANTI SGUARDI AMMIRATI CHE TI VOGLIONO BENE.
    bUONE VACANZE E RITORNA CARICA NOI TI ASPETTIAMO

  18. Grazie per la forza, grazie per l’incitamento.
    Lo sai, vero, che vai avanti per te, ma anche per me e per chi altro si trova su analoghi percorsi di vita.
    Grazie per ricordarmi che è il corpo, santo, che ci tiene nella vita, con la sua fatica.

  19. FANTASTICA LA MIA AMICA! Hai proprio ragione: un sacco di donne si fanno paranoie inesistenti e perdono ore a guardarsi allo specchio, cercare di migliorarsi e non si accorgono che vanno + che bene così! Poverette. Fai benissimo a fottertene delle occhiate della gente: ciò che passa nelle loro teste non ha alcun valore aggiunto sulla tua vita, nel bene e nel male. E caspita…. un bel bikini rosa non l’hai mai avuto ….. esco e vado a cercarlo! bacio

  20. Sai cara Wide? Mio marito ha una cicatrice lunga lunga sul torace: intervento a cuore aperto. Proprio pochi mesi prima di sposarci… La prima estate con quella lunga cicatrice non fu semplice, lui non voleva mostrarla, niente mare, mi disse. Adesso la guardiamo e la tocchiamo: è una medaglia al valore quella cicatrice. Il tuo corpo, Wide, è la tua medaglia al valore. Tu sei una delle donne più belle che io conosca. Ti abbraccio e auguro a te e alla tua bella famiglia una serena estate. Con sincera ammirazione, Nicla

  21. Post ad alto contenuto di intelligenza, per persone intelligenti. Ci saranno stati sguardi di ribrezzo, altri di commiserazione, ma le persone intelligenti ti hanno guardato con ammirazione, e qualcuna con partecipazione. Ringrazio il tuo corpo, che mi permette di interagire con il tuo grande spirito. Ti voglio tantissimo bene. Bone vacanze a tutti voi.

  22. Ti ho consigliata su FB mia cara Wide, perchè questo post è così bello che dovrebbe essere letto “worldWide”, perchè dovrebbe diventare il manifesto contro l’imbecillità imperante, quella che spinge un pubblicitario a girare uno spot in cui si dice che “la cellulite è una malattia”.
    Raffa
    ps: grande, grande, grande!

  23. Sono seriamente commossa e so che hai incredibilmente ragione, torno ora da una settimana di mare, quando i miei occhi si soffermavano spesso, oltre che sullo sterno sporgente della Piccola, sulle (tante) persone che, con o senza timori, sapevano mostrare il loro corpo senza ansie di perfezione, lasciando indovinare qualcosa di sè. un abbraccio

  24. Ottimo post cara Wide. E poi va bene non ti vedo da un po’ di mesi, va bene sarai ingrassata, ok sarai diventata un po’ più moscia, va bene prima eri molto ma molto carina, ma non riesco a immaginarti cesso come tu dici. E poi solo avere i tuoi occhi sono uno strike, mille punti in un botto solo. Come minimo parti in pole position.
    Comunque ti troverei Figa anche se fossi davvero brutta. Per cui……..

  25. Carissima, hai ragione il cancro ci fa fare i conti con il proprio corpo e dobbiamo instaurare un rapporto di odio/amore con lui che lo si voglia oppure no ma prima della malattia io non ce l’avevo proprio un rapporto con il corpo ed è proprio questo il punto. Io son guarita fuori dalle cure e ti dico solo questo quando mi capita di guardare per strada una donna senza capelli (che ha le palle di girare senza parrucca) non posso non fissarla perché anch’io ero così vorrei correre ad abbracciarla. Ricordati che le persone che ti fissano potrebbero aver perso il loro amore, la loro madre la loro sorella e si ricordano della loro sofferenza. poi i deficienti bisogna includerli comunque.

    Viva il tuo corpo sono fiera di te un bacio grandissimo

  26. Certo che un maialino spelacchiato, con un bikini rosa e con quegli occhi dolci ed espressivi che mettendosi a nudo ti sanno spiegare lo stato d’animo che vivono regalandoti sempre quel sentimento di bene profondo, io me lo abbraccerei tutto quanto forte forte.
    Fourpi

  27. Non c’è niente da fare. Sei una donna di un’intelligenza fuori dal comune. E con un cuore direttamente proporzionale al suo cervello. E fuori, a custodire questo tesoro inestimabile, c’è un corpo che hai ragione a riprenderti e a vedere per quello che è: straordinario. Sì, perchè il tuo corpo sta comunque sostenendo con te il peso e gli affondi della malattia. Lascia che ti dica una cosa. La primissima cosa che ho notato di te e che mi ha molto colpito sai qual è stata? Che, come avrebbe detto mio nonno, hai una “facciaccia”! Lui lo intendeva come complimento quando doveva indicare qualcuno con un sorriso contagioso e l’espressione da bambina furbetta, qualcuno con gli occhi che parlano, una persona che solo a guardarla pensi “questa secondo me a parlarci 5 minuti scopri che è un portento”…una faccia da Wide, per capirci…Tu ti definisci cesso ma, perdonami, di tante strafighe che ci sono in giro, la Faccia da Wide io la vedo veramente su poche….ti abbraccio forrrrrte!

  28. chi ti ama apprezza il tuo corpo, perché è santo, perché ci sei dentro tu unica e inimitabile, e questo va al di la dei gonfiori e delle ciccette e del turbante. E quindi vai di due pezzi e che conti solo lo sguardo di chi ti apprezza, noi ti vogliamo bene e siam liete di immaginare i tuoi begli occhi sorridere. 🙂 baciotto.

  29. Ti leggo da un po’ e ogni volta resto a bocca aperta, col cuore in subbuglio. Sai descrivere situazioni e stati d’animo con una sintesi intelligente ed efficace che arriva a fondo e muove il sommerso. Tu dai forza, regali luce, apri porte. Leggerti è un’esperienza dell’anima. E poi scrivi da Dio. Mi piacerebbe tanto conoscerti meglio. Mi dici il titolo di un libro che ti è piaciuto? Magari comincio da lì. Sei nel mio cuore, Wide.

  30. Splendida Wide (perché splendida lo sei sempre e comunque), in ogni post che scrivi c’è sempre da imparare e ogni volta che ti leggo mi riempio di emozione, Sei davvero speciale in ogni pensiero che esprimi, non c’è dubbio alcuno. E al tuo corpo e alla tua anima io voglio un mare di bene!

  31. W il tuo corpo! W tutta te che sei meravigliosa Wide. Ti leggo, rifletto,condivido, rifletto ancora. Tifo sfegatatamente per te, per quella roccia del tuo corpo che porta i segni delle battaglia gloriosamente combattute e non molla, non molla non molla.
    Cris75

  32. …il post si commenta da sè. E una persona straordinaria non può che stare dentro ad un corpo parimenti straordinario. Solo chi ha l’onore di conoscerTi personalmente o attraverso il Tuo blog, può capire….un abbraccio

  33. Giusto stamattina, camminando prima di andare al lavoro ho fatto questa riflessione.
    Questa attività fisica non mi risparmierà di certo la morte ma è una sorta di “dovere” quello di occuparsi al meglio possibile del corpo che ci è stato donato, finché lo abbiamo in uso.
    Perciò, brava: riprenditi il tuo corpo, se mai lo avevi trascurato!!

  34. Va bene, anche questa volta mi hai convinto. Ora tutte le volte che mi spoglio penso a quello che hai scritto e mi vedo una “gran” figa. GRAZIE gio.co

  35. Credo che questo post, straordinario, sia stato anche particolarmente incisivo per tutti noi, “ha toccato corde” che in ciascuno suonano a modo proprio, ma sono le corde del mi voglio bene abbastanza, gli altri come mi vedono, cosa conta davvero, ma proprio davvero, il dolore rende migliori, quanto è più profonda la vita dopo determinate esperienze. E altro, tanto altro.
    Un caro saluto e una bellissima domenica a te e tutti. Anna Maria

  36. Brava!!!! Quest’anno mi ero oramai rassegnata al costume intero (x motivi di chili in più) ma dopo aver letto il tuo post mi sento un pò scema ad averlo pensato… quasi quasi ritiro fuori il due pezzi dell’anno scorso!! W il costume rosa:)))

  37. Pingback: Darth Vader e i Micenei al polemikò mussìo « da Sassari ad Atene

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...