Del potere dei baci

Un commento reciproco al post di un’amica, mi ha fatto pensare che forse potrei scriverne anche qui. La settimana che ho ripreso a lavorare (ormai circa un mese fa) le nane sono state assolutamente ingestibili. Hanno tirato fuori una carica distruttiva e capricciosa che mi ha fatto vacillare. Ovvero, mi sono detta, se andare a lavorare trasforma le bimbe in due schegge impazzite caricate a molla, anche grazie, me ne torno a casa a fare la brava casalinga col cancro. Però poi, chissà per quale capriola mentale e del cuore, dopo anni che Obi non faceva che ripetermelo e dopo (meno) anni che anche Lilla davanti alle numerose scenate di Nina (quelle a cui io tradizionalmente reagisco imbufalendomi in maniera esponenziale) mi suggeriva la stessa cosa (piccola nana saggia, la mia Lilla), finalmente ho deciso di rivoluzionare totalmente la mia mammità. Dopo quella prima difficilissima settimana di lavoro e nane impazzite, ho cominciato dunque ad esercitare un’eccessiva, quasi caricaturale, abbondante, enfatizzata dimostrazione di affetto, di baci e di appiccicosissime coccole sulle nane. Oramai è qualche settimana, e, udite udite: funziona! Quando le vado a prendere al post-scuola ce ne stiamo incollate un buon 5 minuti cadauna a ricoprirci di baci, quando litighiamo, ci abbracciamo e ci ripetiamo rumorosamente quanto ci vogliamo bene “metti in ordine ho detto, vieni qui che ti abbraccio ti voglio bene mamma ti voglio bene amore metti in ordine però” e via dicendo.
Ora, non è che io fossi un orco che perde bava feroce dalla bocca, e credetemi, mi sono sempre sbattuta parecchio per il benessere delle fanciullette che ho, anche nei momenti più difficili c’è sempre stato il sorriso e l’abbraccio, non sono mai mancati dolci fatti insieme, cenette sane e meno sane, accompagnamenti a nuoto, a feste, a sport improbabili, vita sociale con amichette invitate, chiaccherate, apericene, biblioteche, teatro, cinema: insomma tutto quello che serve per rendere la loro vita (e la nostra) la buona vita che è. Eppure, evidentemente, l’affettività che io ero certa di comunicare loro, non era minimamente sufficiente, e questo è stato un grave errore da parte mia fino ad oggi. Senza starne a fare un dramma o una cascata di sensi di colpa (ci penserà il loro analista, a tempo debito) non posso non vedere che adesso sono rifiorite sotto il potere di innumerevoli coccole e abbracci e io non posso non sentirmi felicemente sorpresa, mortificata per non averlo capito prima, e sollevata di averlo almeno capito adesso che enorme potere ha la diffusione generosa ed esagerata di baci, baci e ancora baci.

Annunci

26 thoughts on “Del potere dei baci

  1. La mia Ragnina ha sempre ricevuto una quantità di baci mai vista.
    E’ adesso che comincia a “ribellarsi” 😉 da brava preadolescente,
    Goditele le tue bimbe, e vai di baci!

  2. Com’era quella frase? …..con la dolcezza si ottiene tutto……bè forse contiene una grande verità…il mio “bimbo” ha vent’anni e le dimensioni di un armadio a quattro ante e io adoro rifugiarmi nei suoi poderosi abbracci e mi fa tenerezza quando porge la guancia barbuta per farsi stampare i baci……goditele, davvero, sono in assoluto gli anni più belli…
    Bè, a questo punto, un baciotto coccoloso anche a Te. rita

  3. Ma lo sai che a me l’aveva detto la pediatra? Quando la mia BambinaGrande era un Mostro un-enne mi strappava i capelli a ciocche. E lo faceva solo a me. La pediatra mi ha suggerito di non sgridarla ma di abbracciarla e sbaciucchiarla, e infatti ha smesso (mica subito eh, però almeno nel momento dello sbaciucchio mollava la presa, e in poche settimane ha perso il vizio)
    adesso in compenso io mi sono abituata a cotanti sbaciucchiamenti e lei ogni tanto mi dice che le coccoline per me le ha finite 😉

  4. Il potere dei baci:

    Vantaggi: non se ne ha mai abbastanza. Insegnano cosa vuol dire la parola EMPATIA. Che è fondamentale nella vita, piu’ di qualunque altra cosa.
    Contronindicazioni: ipersensibilità conclamata. Machissene’

  5. Sembra una cosa così semplice, eh?
    Eppure non lo è, evidentemente. Ci proverò con il mio, e ti ringrazio fin da adesso perché come metodo mi sembra meraviglioso, anche a prescindere dai risultati.

  6. Sai, amica mia, anche per me c’è stato un momento in cui mi sono resa conto che la Tata non si sciupava se l’avessi sbaciucchiata un pochino di più del solito: mi sembrava una bambolina di porcellana, sarà stato perchè aveva pochi giorni di vita: adesso invece, che ha solo sei mesi ma almeno non mi si sbriciola tra le mani, me la coccolo e ricoccolo, e la bacio, e le faccio le pernacchiette dietro alla nuca e sul pancino… non sa parlare ma i suoi sorrisi hanno un suono bellissimo!
    Continua così, wide, baci a go go!

  7. Non ho bimbetti nè adolescenti o simili da baciare…. qualcuno si offre ? Dispenso a piene mani ma ne voglio altrettanto in cambio!

  8. Posso dirti la mia esperienza sul potere dei baci…….
    darli è bellissimo…..
    riceverli altrettanto……

    a volte è difficile darli alle persone amate….
    riceverli…..è un desiderio nascosto

    è il difficile equilibrio tra il “sentire”…il “capire”…il “lasciarsi andare”….il “desiderare”

    Baci, baci ed ancora baci….a te e a Lilla, a Nina….e perchè no, anche al tuo Obi

    A.

  9. @tutti: ma, sì, pomiciamoci tutti con amore, ci vuole! anche perché si avvicina il natale e lo sapete che io ho il cuore a saponetta non appena si accendono le lucine. Vorrei solo chiarire, a futura memoria (anche come prova a discolpa con il futuro analista), che non è che fino a questo momento io fossi una mamma anaffettiva, le coccole ci sono sempre state, pernacchiette sulla pancia, abbracci prima di addormentarsi fino ad addormentarsi insieme, paroline dolci e tante belle carezze. anche perché, senza tutto questo, diciamocelo, sarei ampiamente morta da tempo. quello che è stato rivoluzionario nelle ultime settimane è stato il moltiplicare queste effusioni a livello, ripeto, quasi caricaturale, eccessivo (ma sono mai eccessivi i baci?), davanti a tutti e nonostante tutti intorno. Anche prima lo facevo, ripeto, ma adesso l’ho elevato alla massima potenza. Bello!

  10. sono sempre stata iper-coccolona, anche perche’ sentivo il bisogno di rifarmi delle ore passate lontano da loro, tanto che alcune volte mi chiamano “la loro mamma bebe’ ” e che alla fine mi dicono “ora giochiamo, dai mamma”. Hai ragione, funziona egregiamente.

  11. Sono una mamma coccolona, quindi non posso che sostenerti pienamente…Invece sul piano sociale (nel senso di apericene, quelle robe lì) in questi anni ho fatto proprio pena, ma sto tentando di recuperare per ammmore delle mie creature!:-)

  12. E’ bellissmo Wide, abbracci, baci, il contatto fisico, è un benessere per tutti, sia per chi riceve, ma altrettanto un bisogno per chi sa donare tutto ciò.
    Ne aproffitto e ti mando un megasupersonico baciottone
    Fourpi

  13. Wide, Wide… incorreggibile, sempre a trovarti responsabilità ( di non aver capito prima, di non averci pensato ecc…). Goditi i baci con le tue nane e basta. Avercela, una mamma come te! Baci ( ovviamente). Renza

  14. Mannaggia, mi hai fatto venire un colpo!
    Continuavo a passare sul vecchio blog e a trovarlo in aggiornamento, temevo che non fossi riuscita a trasferirti. 🙂
    Pericolo sventato, sono felice di ritrovarti ben sistemata. ^^

  15. qualche giorno fa ho litigato con mia mamma e dopo un’oretta circa lei è venuta e mi ha stampato un bacio forte forte sulla guancia.
    dopo cinque minuti ci siamo ritrovate a ridere come se non fosse successo nulla… 😀
    w i baci (io ho quindici anni e forse sono una delle pochi adolescenti che vuole ancora il bacio della buonanotte)

  16. @claire: fantastico! anche io spero proprio di avere delle figliette quindicenni che vogliono il bacio della buonanotte 🙂
    e comunque la cura baciosa continua e continua a funzionare: me molto felice!!

  17. quando hai pubblicato questo post non sono riuscita a commentare perché la mia Issa non amava per nulla i bacetti, però ho pensato, ci provo anch’io a moltiplicare all’ennesima potenza baci e coccole e vediamo che accade. Ora a distanza di mesi non posso che ringraziarti per questo post! la situazione è completamente cambiata, non solo ora ama i bacetti ma spesso è lei che dice “ti do’ un bacio” impensabile qualche mese fa!
    Grazie cara Wide, anche da parte di Issa 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...